Rifiuti, Bassolino: «ho la coscienza a posto, sento il dovere di andare avanti»

«Ho la coscienza a posto e le mani pulite». Così il governatore della Campania Antonio Bassolino ribadisce la correttezza della propria condotta dopo che la procura di Napoli
ha deciso di rinviarlo a giudizio insieme ad altre 27 indagati per presunte irregolarità nella gestione del ciclo dei rifiuti.

Bassolino ha spiegato che non ha intenzione di farsi da parte: «Sento il dovere di andare avanti – ha detto – per dare un contributo, al fianco del commissario De Gennaro, per uscire
dall’emergenza rifiuti e per combattere a testa alta perché emerga la verità, quella politica e quella giudiziaria. Perché io non ho fatto nulla di male».

Related Posts
Leave a reply