L’Assemblea delle aziende del comparto alimentare associate a Confindustria Sondrio ha rinnovato le cariche della propria sezione. Alla Presidenza è stato confermato Emilio Rigamonti,
mentre Cristina Galbusera e Guido Visini sono stati eletti alla Vicepresidenza.
Nel corso dell’Assemblea sono stati affrontati lo stato e le prospettive del comparto. Il settore alimentare della provincia, secondo i più recenti dati ISTAT, ha assunto un ruolo di
rilievo nel contesto economico del territorio sia in termini di ricaduta occupazionale che per il contributo al PIL. Nell’ambito locale, infatti, più di un addetto su 10 afferisce al
comparto alimentare le cui aziende danno lavoro ad oltre 2900 persone, numero al quale va aggiunto il non trascurabile indotto che può stimarsi in altre 500 unità
lavorative.
Le imprese alimentari associate a Confindustria Sondrio, forti di un organico complessivo di oltre 1500 addetti, rappresentano più del 50% dell’intero comparto alimentare provinciale e
costituiscono uno dei settori principali della base associativa con quasi il 20% del totale dei dipendenti iscritti.
Come noto, l’industria alimentare è caratterizzata da prodotti di assoluta eccellenza e qualità tra cui spiccano alcune produzioni tipiche della filiera agroalimentare: dalla
bresaola ai prodotti da forno, dal vino all’acqua minerale, dai galletti ai pizzoccheri.

La quasi totalità della produzione è distribuita, venduta e consumata al di fuori dei confini provinciali, grazie anche al prestigio conseguito con marchi famosi in Italia e
sempre più nel mondo, a testimonianza di come l’imprenditoria locale sia in grado di esprimersi ad altissimi livelli e di esportare le proprie eccellenze nel mercato globale e
competitivo. Sotto l’aspetto propriamente economico, il settore alimentare sviluppa annualmente un fatturato aggregato di circa 600 milioni di euro.

In termini di analisi congiunturale, il 2006 è stato archiviato dalle aziende alimentari come un anno moderatamente positivo. L’eccellenza delle produzioni locali, infatti, ha permesso
di mantenere performance soddisfacenti a dispetto di una pressione competitiva crescente per via del processo di consolidamento in atto fra gli operatori della filiera distributiva ed in
particolare della grande distribuzione organizzata.
In dettaglio, i volumi di produzione sono aumentati mediamente del 3% con punte a due cifre per alcuni prodotti tipici, mentre gli occupati del settore hanno registrato lievi incrementi,
attorno all’1%.
Le prospettive per il futuro sono di sostanziale mantenimento del trend attuale, con una seppur modesta flessione dei tassi di crescita. Queste considerazioni trovano riscontro nei dati
sull’andamento del primo trimestre 2007, che ha visto i volumi di produzione crescere del 2% circa rispetto all’analogo periodo del 2006.

Unione Industriali
della Provincia di Sondrio
23100 – Sondrio, via Trieste, 66
Tel. 0342-212736 – Fax. 0342-515326
www.industriali.so.it[email protected]

www.vaol.it