Ritorna il 137, a tutto green, il più antico bagno del Marano a Riccione… è il Mojito di Claudio Tamburini

Ritorna il 137, a tutto green, il più antico bagno del Marano a Riccione… è il Mojito di Claudio Tamburini

Marano e “137 – Love your Sea”, una spiaggia tutta verde

Ritorna il 137, a tutto green, il più antico bagno del Marano a Riccione… è il Mojito di Claudio Tamburini

ll Mojito diventa, meglio torna a essere, “137”. Segna nuova volta a apertura al futuro, ritornando alla numerazione storica del più antico bagno del Marano. Apertura 2 giugno 1946. Il nuovo brand “137” si accompagna all’atrettanto nuovo pay off “Love Your Sea”.

L’immagine della tartaruga è la continuità, simbolo del bagno gestito da sempre dalla famiglia Tamburini. Immagine utilizzata per la prima volta quando, negli anni 2000, il 137 fu il primo stabilimento a portare musica e mondo della notte, in riva al mare, diventando così Mojito Beach. La Tartaruga oggi diventa però di colore verde.

È simbolo della svolta ecogreen che accompagnerà il 137 nei prossimi anni. Sarà una spiaggia plastic free. Tutto il materiale è mono uso, piatti, tovaglioli, cannucce, stoviglie sono solo riciclabili. Via le bottiglie di plastica, solo vetro al ristorante o al bar. Sulla sabbia fontanelle e borracce d’acqua fresca refrigerata con l’energia di pannelli solari. Tra gli ombrelloni, spazi attrezzati per bambini piccoli e piccolissimi e le loro famiglie.

Ed è pure “beach dog allowed” sempre con zona attrezzata e dedicata. Tutta la ristrutturazione e nuova costruzione è stata fatta con i criteri della bio-edilizia, con materiali di riuso per il 40% recuperati della vecchie strutture. Mentre il nuovo legno scelto tra quello in arrivo dall’altopiano d’Asiago e dagli alberi sradicati dal maltempo lo scorso anno.

Si è anche pensato a uno spazio per le bici a pedalata assistita e al bike sharing, in attesa che i lavori di ristrutturazione della passeggiata a mare di Riccione, portino anche le colonnine per i mezzi elettrici.

Insomma, il nuovo lungomare nord della Pera si aprirà con un bagno tutto verde. La svolta green cerca però anche di inserire elementi “cool”, in grado di inserire nel 137 anche nuove dimensioni come “Cocktail and dreams” con i suoi cocktail sensoriali.

Riccione Mojito Beach: Claudio Tamburini

L’aperitivo si gusta sotto la guida di due bartender e si viaggia tra i 100 cocktail internazionali (la base del buon bere) e nuove creazioni. Si sorseggia sotto l’ombra di alberi appena piantati. “Quest’estate portiamo con noi anche i successi del 2018. Iniziative che negli ultimi anni ci hanno progressivamente accompagnato verso questo completo cambiamento – spiega Claudio Tamburini – si rinnovano le cene in riva la mare, con ogni portata dedicata a altrettante costellazioni da osservare alzando gli occhi sulla linea dell’orizzonte. Continueremo con le serate dedicata al cinema, in collaborazione con Giometti Multisala, una per bambini e famiglie una più cinefila, con grandi classici e film da riscoprire. E senza dimenticare una nuova declinazione per appuntamenti sempre molto gettonati, come addii al nubilato e celibato che indosseranno un dress code rigidamente verde”. “Anche il nostro ristorante il “La Mar”, una delle note più belle degli ultimi tre anni, continua la sua evoluzione.

Al 137 ormai ci si viene anche solo a cena e affrontiamo quest’estate con un menù che integra i nostri giovani classici con nuove proposte. La cifra è quella del Km 137. Ingredienti e materie prime usate da chef Lorenzo Scagliusi (guarda la video intervista) arrivano al massimo da 137 km di distanza da Riccione.

Quindi Romagna, Montefeltro per i prodotti di terra e un bel braccio di mare per pescare e rifornire di pesce freschissimo la nostra dispensa. Carta dei vini con selezione di etichette naturali e bio di alcuni grandi terroir (Marche, Abruzzo, Trentino, Campania) e un occhio di riguardo verso la Romagna”.

Continua con ardore Claudio Tamburini: “Stiamo lavorando con imprese artigiani del territorio anche in tutti i lavori di ristrutturazione. Insomma da giugno, a 73 anni dalla prima apertura, inizieremo a scrivere un nuovo capitolo e duraturo capitolo della nostra storia” nel segno del ritorno al naturale, al rispetto della Natura, del nostro mare Adriatico, della nostra Romagna, della nostra bella Italia, del nostro pianeta. Apriamo una piccola speranza per un futuro migliore e, se altri 1000, 10.000 o milioni di persone responsabili ci seguiranno, potremo essere soddisfatti per ciò che stiamo facendo per il futuro dei nostri figli.

Foto di copertina: Claudio Tamburini, terzo da sx, con le cannucce ecologiche che si mangiano

Vedi anche:

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento