E’ già attivo il piano di sicurezza per l’accoglienza dei tifosi in arrivo nella capitale in occasione dell’incontro internazionale di calcio Roma-Manchester.

Ad attendere i circa 4000 supporter previsti ci saranno anche poliziotti inglesi (spotters) e steward britannici che coadiuveranno i colleghi italiani.
Sarà vietato l’accesso allo stadio a chi si trova in stato di ebbrezza e la tifoseria ospite ne è stata informata.

L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha affrontato la questione nel corso della riunione straordinaria che si è svolta questa mattina al Viminale.

Nell’incontro sono stati analizzati anche gli eventi accaduti a margine nell’ultima giornata del campionato e, in particolare, la morte del giovane tifoso del Parma Matteo Bagnaresi, prima
della partita, nell’area di servizio dell’A 21 in provincia di Asti.
Sebbene l’Osservatorio abbia registrato una sensibile diminuzione di tutti i dati relativi alla violenza negli stadi, dimostrando l’efficacia delle strategie adottate, ha ritenuto di dover
premere su alcuni punti, riguardanti soprattutto le trasferte delle tifoserie, e di adottare i seguenti provvedimenti:

» sarà accelerato il progetto già avviato della «tessera del tifoso», ovvero una carta personale con la quale si accetta di farsi riconoscere per poter
acquistare il biglietto;
» proseguiranno gli incontri con le tifoserie organizzate prevedendo che la vendita dei biglietti avvenga con maggior rigore per quelle tifoserie che non hanno ancora manifestato
un’adeguata maturità sportiva, limitandone la trasferta;
» il Piano operativo di sicurezza per il transito delle tifoserie sulla rete autostradale che prevede già il coinvolgimento di una pluralità di soggetti pubblici e privati
verrà incrementato con maggiore e più puntuale scambio informativo nonché con l’incremento di sistemi di sorveglianza e sicurezza passiva.

Per la gara Atalanta-Inter, in programma il 6 aprile, il Prefetto di Bergamo valuterà l’adozione delle seguenti prescrizioni:

» chiusura del settore ospiti con conseguente annullamento dei relativi tagliandi eventualmente già venduti, con possibile riutilizzazione del settore medesimo per favorire la
presenza allo stadio di particolari categorie di spettatori ( famiglie, ragazzi delle scuole, associazioni di anziani ecc.);
» vendita dei biglietti esclusivamente nella provincia di Bergamo e fino alle ore 19 del giorno precedente alla gara con conseguente divieto di diffusione e » vendita dei tagliandi
attraverso i circuiti telematici al di fuori della stessa;
» acquisto di un solo tagliando per ciascun acquirente;
» divieto di cessione sia dei tagliandi che degli abbonamenti.

Accogliendo infine la proposta delle autorità di Pubblica Sicurezza, l’Osservatorio ha deciso di richiedere alla competente Lega di anticipare alle ore 18 del 12 aprile l’incontro di
calcio Palermo-Catania, mentre la partita Genoa-Torino si svolgerà il giorno 13 aprile.