Roberta ed il lato b: dopo Michel Hunziker, ecco Nina Senicar

Roberta ed il lato b: dopo Michel Hunziker, ecco Nina Senicar

Il sedere delle donne, (il famoso lato b) può essere affascinante come il davanti ed attrarre gli sguardi maschili come una sorta di calamita biologico-ormonale.

Questo concetto è stato ben compreso da Roberta, azienda produttrice di biancheria intima per donna, che ha legato buona parte delle sue fortune al trinomio vestito minimo-gluteo massimo
(come valore, non come dimensione)-treccia bionda.

Il prototipo di tale pubblicità vede la luce nel 1984, con il fondoschiena di Rosa Fumetto, ballerina di varietà.

ll mix tra mistero (il volto ed il nome dell’ attrice erano sconosciuti), erotismo  (e sesso) implicito e design della biancheria fu un successo, e lo stile prese piede, fino ad oggi.

Così, al marchio Roberta sono stati associati il volto (che però negli spot non viene mai mostrato) ed il retro di bellissime come Caroline Salvia e Natalia Bush, ognuna con il
proprio stile, tutte con un corpo da favola.

Tra tutte, probabilmente, quella che è però rimasta più impressa è Michelle Hunziker, testimonial Roberta 1995. Il suo “numero” consisteva nel perdere lo slip e
rimanere in autoreggenti.

Molto garbato, molto sexy.

Ma la Hunziker è il passato, il presente si chiama Nina Senicar.

Classe 1985, nata a Novi Sad (ex Jugoslavia, ora Serbia settentrionale), Miss Jugoslavia nel 1991, la Senicar si è trasferita da tempo in Italia dove ha lavorato come valletta di
Mammuccari in Distraction e si è laureata in Economia alla Bocconi.

Per le malelingue, la bella Nina ha sfruttato il soggiorno nello Stivale per due flirt, uno con Eros Ramazzotti, l’ altro con Ezio Greggio, ma sono voci non confermate.

A chi gli chiede il segreto della vittoria sulla concorrenza per il ruolo di marketing, la Senicar (176 cm d’altezza, misure 92-63-87) non ha dubbi: la sua passione per l’ equitazione.

Tale amore l’ ha ricompensata, nel 2001 e nel 2002 con il titolo di campionessa di salto ad ostacoli e sopratutto, con un lato b di primo livello.

E’ Nina stessa a confessarlo, affermando che “È proprio questo il segreto del mio lato b, il salto agli ostacoli è più efficace della palestra, anche se ci vado spesso
perché mi aiuta a rilassarmi e sentirmi bene… ma l´equitazione è perfetta per mantenere i muscoli tonici e ben delineati perché in continua tensione…”

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento