Roberto Formigoni: campagna elettorale “intelligente” o solo macabra?

Roberto Formigoni: campagna elettorale “intelligente” o solo macabra?

Ecco il messaggio che è pervenuto sabato 6 febbraio  in redazione. Per la verità ne sono arrivati 5 su caselle di posta diverse.
Qualcuno la definisce “Comunicazione subliminale, Politica 2.0 digitale, ma qualcun altro legge tra le righe ben altro”.
Pubblichiamo il testo integrale e lasciamo a voi i commenti:

Inizio messaggio inoltrato:
Da: “[email protected]
Data: 06 febbraio 2010 20:44:31 GMT+01:00
A: [email protected]
Oggetto: I: Missing Pixel Lombardi
Rispondi a: “[email protected]

Gentilissimo Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano,

Gentilissimo Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi,

Gentilissimo presidente del Parlamento Europeo, Jerzy Buzek, 

Gentilissimo Presidente della Commissione Europea,
José Manuel Barroso,
Gentilissimo Presidente della CODACONS, Marco Maria Donzelli,

European Parliament Committee on Petitions
The Secretariat 
Rue Wiertz
B-1047 Brussels
Petizione: Chi controlla la buona Praxis nelle campagne elettorali?
La nuova campagna elettorale in Lombardia, ricorda i “Missing” delle dittature, una pubblicità che fa riflettere:
Rappresentano le vittime del malgoverno del territorio?  
A cosa si riferisce il candidato alla carica di Presidente della Regione Lombardia,  “Roberto, uno di noi”   quando con la sua pubblicità- che vorremmo definire 
‘macabra pubblicità a pixel’-  richiama alla memoria i ‘Missing’, i ‘desaparecidos’?
Uno di Noi:  che ha perso un familiare   sul posto di lavoro in Lombardia?
Uno di noi:  che è uno dei   disoccupati, cassa integranti, precari della Lombardia?
Uno di Noi: che un suo parente è morto  per la Mala Praxis nella sanità Lombarda?
Uno di Noi: che si sente solidale  con  i disabile, con i down, con  le donne e i bambini maltrattati e vittime   di violenza in casa, in oratorio magari da preti
pedofili,  sul lavoro o per le città della Lombardia?
Uno di Noi:  che si vergogna come noi, quando viaggiando per l’ Europa, e sentiamo dire: pasta e mafia…?
Uno di Noi: che prende il treno tutti giorni, che tutti i giorni arriva in ritardo sul posto di lavoro per colpa di accordi mancati con le Ferrovie dello Stato…. su  fatiscenti
vagoni?
Uno di Noi:  che ha dovuto ‘abbandonare’ questa splendida Regione , magari come ricercatore, perche qui non c’è reale sviluppo, non è possibile progettare un futuro?
Uno di Noi:  che è indebitato fino al collo come la maggioranza dei cittadini Lombardi, che   non riesce ad arrivare a fine mese, che non ha accesso al credito per le
attività lavorative in proprio, che non ha diritto alla casa ?
Uno di Noi: che non può avere figli perché non avrebbe risorse economiche tali da garantire loro un futuro? Che  non si può sposare perché non può
accendere un mutuo?
Uno di Noi:  che  come single in una Regione in cui vivere o morire significa poter contare su un reddito medio-alto o su due stipendi medi mensili?
Uno di Noi:  Che si identifica anche con i cittadini omosessuali che pagano le tasse, magari sono di Comunione e Liberazione, sono cattolici, che fanno il voto di castità… ma
privi di diritti?  
Uno di Noi:  Che come noi non ha con cosa fare la spesa,  perché non arriviamo nemmeno alla terza settimana?
Uno di Noi:  Che come noi ‘vive’ con una pensione minima di 450€ al mese, cioè 15€ al giorno?
 
Caro Presidente uscente, avremmo voluto che sulla sua  ‘pubblicità elettorale’, ci fosse unicamente  un richiamo  ai principi cui si ispira la nostra Costituzione
Italiana:
Art. 2
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri
inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali
e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo
della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
 
L’augurio è che il futuro Presidente di questa Regione dalle risorse straordinarie, sappia valorizzare realmente l’esistente e gettare un ponte verso il futuro, includendo etica e
operosità lombarde come sfida da vincere; ma forse ciò che  meritiamo, è il nuovo grattacielo, simbolo della gestione di una Regione che mette in cantiere grandi opere,
tralasciando il sociale, il lavoro, il credito, i diritti umani,  gli interventi urgenti di edilizia residenziale pubblica, emergenza sfratti, rifacimenti tetti delle scuole primarie
comunali e statali e … Con i migliori auguri. Adolfo Pablo Lapi

Carissimo Adolfo Pablo Lapi, non ci conosciamo e neppure sappiamo chi sei, nè quale sia la tua vera intenzione.
La tua lettera aperta è contro Roberto Formigoni oppure PRO Roberto Formigoni?
Una cosa è certa: la campagna non passerà inosservata e nella materia cerebrale degli elettori lombardi rimarrà un segno: difficile dire se
positivo o negativo, difficile dire se porterà voti (noi riteniamo di sì) …e riteniamo anche che Roberto Formigoni ed i creativi della campana pubblicitaria, di certo non avevano
alcuna intenzione di tirare fuori  fantasmi dagli armadi, tanto meno offendere la memoria di nessuno.

Ci sorge un dubbio: quante email hai inviato? quanti saranno i mezzi di comunicazione che, come newsfood, riprenderanno la notizia e ne  amplificheranno
l’effetto? Crediamo proprio che il Buon Roberto ti inviterà a brindare con lui per la splendida campagna politica che gli stai facendo, GRATIS!

Giuseppe Danielli
Redazione Newsfood.com

in[email protected]

Leggi Anche
Scrivi un commento