Roma: Denunciati ristoratori della Capitale per aver omesso nei menù che il pesce utilizzato era congelato e non fresco

Fiumicino – Denunciati i responsabili di tre ristoranti, nel centro della capitale, che, nel presentare sui menù piatti a base di pesce, omettevano di informare i loro
clienti del fatto che si trattasse, in realtà, di pesce congelato.

E’ il risultato di controlli eseguiti dalla squadra del Nucleo Operativo Difesa Mare della Capitaneria di Porto di Roma-Fiumicino che continua nel suo programma di ispezioni per
tutelare i consumatori di prodotti ittici dal trovare brutte sorprese nel piatto.

L’operazione “Dolce vita”, proseguita all’interno di un centro commerciale, ha portato ad un’ulteriore denuncia per vendita di specie diverse non rispondenti alla denominazione
commerciale risultante sia dalle fatture sia dai documenti di accompagnamento.

Nello specifico, si trattava di pollack d’Alaska venduto per merluzzo, trance di verdesca venduta per palombo, filetto di limanda venduto per filetto di platessa e totani venduti per
anelli di calamaro per un totale complessivo di 70 kg di prodotto.

L’intervento rientra nell’attività che la Capitaneria effettua per verificare il rispetto della normativa in materia di detenzione, consumo, commercio e conservazione dei
prodotti della pesca e che si sviluppa su tutta la filiera, dal mare alla tavola.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Related Posts
Leave a reply