Roma: Premio Italia a Tavola al progetto AIC, Alimentazione Fuori casa dedicato ai celiaci

Roma: Premio Italia a Tavola al progetto AIC, Alimentazione Fuori casa dedicato ai celiaci

Riceviamo e con piacere pubblichiamo la notizia.
Nota della redazione:
Gli operatori del settore della ristorazione e quanti siano interessati all’argomento Celiachia, in calce all’articolo, possono trovare i riferimenti per mettersi in contatto con AIC.

Gentilissima Redazione Newsfood.com

il Movimento per la Difesa del Cittadino e Legambiente pubblicano ogni anno il Rapporto sulla sicurezza alimentare, giunto quest’anno alla sua sesta edizione
(http://www.mdc.it/it/italia_tavola_2009_truffe_alimentari_sequestri.html#).

Il rapporto si presenta come un’indagine completa su tutta la filiera alimentare, analizzando le attività di controllo svolte dai Carabinieri per la
Tutela della Salute, dall’Ispettorato per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari, dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, dal Corpo Forestale e
dalla Guardia Costiera in campo alimentare.

All’interno di questo progetto, il Movimento per la Difesa del Cittadino e Legambiente vogliono “raccontare anche alcune storie che dimostrano come accanto ai
controlli e ai sequestri di prodotti contraffatti e sofisticati ci siano produttori, amministrazioni e cittadini che uniscono le loro forze e idee per offrire ai consumatori servizi di grande
eccellenza alimentare” tramite l’assegnazione del premio “Italia a Tavola”.

Siamo lieti di informarvi che tra questi servizi di grande eccellenza alimentare quest’anno è stato premiato anche il progetto AFC AIC.

In allegato trovate la presentazione del premio e la presentazione del progetto AFC (Alimentazione Fuori Casa).

Il premio è stato ritirato dalla responsabile nazionale del progetto, Paola Lorusso, martedì 15 settembre a Roma, in occasione della conferenza
stampa di presentazione del Rapporto.

Le inviamo queste informazioni qualora siate interessati a pubblicare questa notizia sul vostro sito NewsFood.com

Susanna Neuhold

Allegato 1
Presentazione “Premio Italia a Tavola”

Il biologico conquista sempre di più le mense scolastiche, i ristoranti si impegnano per garantire menù sempre più mirati a quelle categorie di consumatori con esigenze
particolare, come i celiaci e la grande distribuzione si organizza per combattere quella che sta diventando una vera e propria piaga del mondo occidentale: l’obesità
infantile. Il mondo agroalimentare italiano è sempre più ricco di esempi di buone pratiche ispirate ai principi della genuinità, della qualità e della
sostenibilità ambientale. Il Movimento Difesa del Cittadino e Legambiente hanno voluto raccontare alcune storie che dimostrano come accanto ai controlli e ai sequestri di prodotti
contraffatti e sofisticati ci siano produttori, amministrazioni e cittadini che uniscono le loro forze e idee per offrire ai consumatori servizi di grande eccellenza alimentare.

Il Premio Italia a Tavola è stato redatto grazie alla collaborazione di importanti sigle come Aiab (Associazione italiana per l’agricoltura biologica), l’Aic (Associazione italiana
celiaci), Coop, Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) e Slow Food. Qui di seguito presentiamo le schede di progetti e iniziative che meritano di essere conosciute. Troppo spesso, infatti,
fanno notizia solo gli scandali e le emergenze alimentari dimenticando l’impegno e l’originalità di tante esperienze del panorama italiano.

Allegato 2
PREMIO ITALIA A TAVOLA
Alimentazione Fuori Casa

TITOLO
Progetto “Alimentazione Fuori Casa”

REFERENTE
AIC (Associazione Italiana Celiachia)

SOGGETTI COINVOLTI
Il progetto AFC include ogni forma di pasto senza glutine fuori dal contesto domestico, vi sono quindi coinvolti: ristoranti, pizzerie, gelaterie, ma anche forme di ristorazione nella
ricettività turistica (alberghi, hotel, B&B, navi da crociera…), punti ristoro sulle autostrade (Autogrill, Finigrill, ….) e bar.

DESCRIZIONE
Il progetto nasce nel 2000 dall’esigenza dell’AIC di creare una catena di esercizi informati sulla celiachia che possano offrire un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci.
Consapevoli che una sommaria
informazione del cliente/consumatore celiaco non pone a riparo lo stesso dai rischi importanti di contaminazione da glutine, l’AIC ha dato vita ad un progetto che prevede l’informazione sulla
celiachia e sulle pratiche da adottare per garantire la preparazione e somministrazione in sicurezza di pasti per il celiaco tramite corsi e materiale didattico appositamente sviluppati. Le
strutture vengono poi seguite da personale qualificato AIC con attività di consulenza e monitoraggio periodiche. Il progetto ha carattere innovativo, anche nel panorama internazionale, e
attualmente ad esso aderiscono quasi 2.000 strutture.

OBIETTIVI
Migliorare la qualità della vita sociale del celiaco e la sua “compliance” alla dieta, strutturando una catena di esercizi preparati per il servizio di alimenti idonei al celiaco. Dato uno
standard qualitativo imprescindibile (assenza di glutine), quantitativamente il progetto punta a garantire una copertura totale del territorio nazionale.

RIFERIMENTI
Associazione Italiana Celiachia
Via Caffaro, 68A/R
16124 GENOVA
http://www.celiachia.it

Paola Lorusso, Responsabile AFC
Segreteria del progetto:
Tel 347 2725018
Fax 0883 1950213
[email protected]

Leggi Anche
Scrivi un commento