L’esordio, lunedì 24 aprile, di Mauro Uliassi dell’omonimo ristorante Uliassi di Senigallia, che sarà ospite di Claudio Bollini presso il “Seven Lugano The Restaurant”

 

 Villa Castagnoila Artè

Villa Castagnoila Artè

 

Lugano, 24 aprile 2017
Adesso è cominciato il turno degli chef de “Le Soste” al “S.Pellegrino Sapori Ticino”, l’appuntamento che da un decennio esalta l’enogastronomia, la perfetta accoglienza e la ricerca di grandi nomi della cucina. Tant’è vero che per l’XI edizione l’ideatore della manifestazione, Dany Stauffacher, ha voluto incontrare “Le Soste”, l’associazione che riunisce molti dei migliori chef italiani, per regalare emozioni culinarie di altissimo livello all’insegna dei sapori mediterranei. E, sottolinea Stauffacher “Sono certo che gli chef de Le Soste confermeranno la comune visione di una cucina, sempre più etica, ma anche la spiccata voglia di sperimentare, e la scelta di materie prime d’eccellenza che sono da sempre i marchi di fabbrica della manifestazione stessa. I partecipanti alle nostre cene avranno quindi la possibilità unica di vivere un’esperienza di gusto all’insegna del bon vivre”.

Alessandro Negrini e Fabio Pisani

Alessandro Negrini e Fabio Pisani

E, così, dopo le prime cene di gala che finora ha visto impegnati chef svizzeri, con la serata di apertura di domenica 23 all’Hotel Splendide Royal di Lugano, dove Domenico Ruberto ha ospitato colleghi Philippe Bourrel (Le Richemond Geneva), Pierre Crepaud (Le Crans Hotel & SPA) e Patrick Mahler (Park Hotel Vitznau) per una serata dedicata al gruppo Swiss Deluxe Hotels, “S.Pellegrino Sapori Ticino”, è stata imboccata la strada di casa nostra, nel senso che d’ora in poi saranno impegnati gli chef de “Le Soste”.

Con l’esordio, lunedì 24 aprile, di Mauro Uliassi dell’omonimo ristorante Uliassi di Senigallia, che sarà ospite di Claudio Bollini presso il “Seven Lugano The Restaurant”.
E, come anticipano gli organizzatori, l’estro del cuoco marchigiano assicurerà una serata all’insegna dei sapori di mare che incontrano armonicamente le eccellenze della terra.

Claudio Sadler

Claudio Sadler

Il secondo appuntamento con “Le Soste” è riservato  a  Sandro e Maurizio Serva de “La Trota”, elegante ristorante di pesce di Rivodutri, sulle montagne laziali, che il 7 maggio saranno accolti da Frank Oerthle nel ristorante “Galleria Arté al Lago del Grand Hotel Villa Castagnola” di Lugano. Da Rieti, i Serva porteranno  la tradizione e i prodotti del territorio che saranno le basi per una cucina che vede come primo attore il pesce d’acqua dolce.

L’8 maggio, invece, al “Ristorante Ciani” di Lugano, ospiti di Nicola Costantini, saranno Martin Dalsass del ristorante “Talvo by Dalsass” e Giancarlo Morelli del “Pomiroeu” di Seregno. Due grandi professionisti e amici di “S.Pellegrino Sapori”, dice Stauffacher, che tornano a deliziare i palati luganesi con il loro carico di professionalità, esperienza e simpatia.
Location per il presidente de “Le Soste”, Claudio Sadler, sarà “Villa Principe Leopoldo” di Lugano, dove lo chef Dario Ranza affiderà i fornelli ad un grande chef autore di ricette uniche e di cuore, oltretutto uno tra i più amati chef italiani.

Madonnina del Pescatore - Senigallia - Chef Moreno Cedroni

Madonnina del Pescatore – Senigallia – Chef Moreno Cedroni

Il 15 maggio si ritorna all’Hotel Splendide Royal di Lugano, questa volta in compagnia di Fabio Pisani e Alessandro Negrini, de “Il Luogo di Aimo e Nadia”, di Milano. Due stelle Michelin e due chef di grande personalità, per una cena che sposa spunti di gastronomia contemporanea a grandi classici della cucina.

Anche il 21 maggio la location sarà sempre Lugano, il “The View” con la partecipazione di Davide Scabin del “Combal.Zero” di Rivoli, ospite dello chef Mauro Grandi. I piatti di Scabin scalderanno i cuori dei gourmet ticinesi, grazie alla fantasia e al genio di uno degli chef più imprevedibili ed eclettici del panorama italiano.

Il 22 maggio, nuovo e talentuoso executive Chef del Castello del Sole di Ascona, Mattias Roock, ospiterà Lionello Cera (Antica Osteria Cera di Lupetto di Campagna Lupia), che sarà un’occasione imperdibile per sperimentare una cucina che fa della concretezza dei sapori il suo punto d’arrivo, con straordinari piatti d’autore.

L’ottavo appuntamento sarà riservato a Giancarlo Perbellini del ristorante “Casa Perbellini” di Verona, che il 28 maggio sarà accolto allo Swiss Diamond Hotel di Vico Morcote, da Egidio Iadonisi, per proporre la sua cucina che segue i ritmi della natura sfruttando al meglio i prodotti di stagione con un’interpretazione unica e personale.

Il percorso alla scoperta de “Le Soste” prosegue il 29 maggio con l’appuntamento al “Conca Bella” di Vacallo, con Moreno Cedroni (chef-patron di “Madonnina del Pescatore” e “Anikò” di Senigallia e il “Clandestino”) ospite di Andrea Bertarini. Sarà il profumo di mare ad investire i commensali di questa cena, grazie ad uno dei cuochi più talentuosi e apprezzati dal pubblico italiano che cucina il pesce in maniera assolutamente unica.

E, siamo a giugno. Con il primo appuntamento il 4, al “Fiore di Pietra” in vetta al Monte Generoso, dove Luca Bassan accoglierà Nicola Portinari del ristorante “La Peca” di Lonigo. Tutto in una location eccezionale che porta la firma dell’archistar Mario Botta, per una serata dove i sapori dell’alta gastronomia si sposano perfettamente con una cucina salutare di nuova generazione.

Il 5 giugno si torna sul lago, all’Hotel Eden Roc di Ascona, dove lo chef Salvatore Frequente ospiterà il siciliano Pino Cuttaia de “La Madia” di Licata, un talento in grande espansione, per una delle personalità dei fornelli che meglio esprime tutti i profumi, i colori e le eccellenze del cuore del Mediterraneo, la Sicilia.

E siamo alla conclusione. Con la serata finale della manifestazione che si terrà per la prima volta al Casinò di Campione d’Italia l’11 giugno e avrà come protagonisti 8 grandi chef ticinesi.
Ma, nel programma vanno inserite due serate dedicate alle donne. Che, sono, il 9 maggio, presso il Ristorante Metamorphosis di Lugano, con la chef Patrizia Di Benedetto del “Bye Bye Blues” di Palermo, per deliziare il palato di un pubblico interamente al femminile.

Il 6 giugno, invece, Ana Roš, la cuoca slovena del ristorante “Hiša Franko”, nominata la migliore chef donna al mondo per il 2017 dalla classifica “The World’s 50 Best Restaurants di S.Pellegrino”, sarà la protagonista della serata delle donne sempre al Metamorphosis di Lugano.

Poi, il 16 maggio, con l’alta gastronomia di Alfio Ghezzi della “Locanda Margon” di Ravina che al “Secret Spot di Arvi” a Melano, incontra i grandi vini di Château Palmer: etichette pregiate con un menu d’eccezione studiato appositamente per l’abbinamento.

Nonché le tre serate lounge dedicate agli chef Ticinesi emergenti come Takuro Amano, Davide Asietti, Luca Bellanca, Marcel Laversa, Andrea Levratto e Carmine Mottola, che hanno lo scopo di avvicinare le nuove generazioni al mondo gourmet in location alla moda come il “Seven Lugano – The Lounge”  il 25 maggio, “Al Lido” sempre di Lugano il 1° giugno, e al “Blu Restaurant & Lounge” di Locarno l’8 giugno.

Ti Ho Raccolto: il 18 giugno appuntamento con la camminata enogastronomica alla scoperta dei prodotti del territorio ticinese, in collaborazione con TIOR (brand con il quale vengono distribuiti i prodotti di eccellenza della Federazione Ortofrutticola Ticinese) e i contadini del Piano di Magadino. Lo scopo è unire le eccellenze del territorio con l’estro degli Chef coordinati da Lorenzo Albrici.
Se qualcuno ha pensato che il programma sia concluso, si sbaglia. Perché “S.Pellegrino Sapori Ticino” ha previsto un evento speciale che coinvolgerà anche “La Fattoria” di Guido Sassi nel cuore di Lugano, dove lo chef padrone di casa Fabrizio Fontana ospiterà ai fornelli la cucina stellata di Mauro Elli de “Il Cantuccio” di Albavilla. C’è, anche, Young Chefs Night, che dà appuntamento il 3 maggio al “Seven Lugano The Restaurant” con alcuni dei migliori talenti culinari del futuro, come Anne-Sophie Taurines, Alessandro Rapisarda, Matthias Walter. Tre dei finalisti under 30 al Concorso S. Pellegrino Young Chef 2016, nonché vincitori nazionali per la Svizzera, l’Italia e la Germania, presenteranno le ricette che li hanno portati ai vertici della gara.
A completare il calendario di “S.Pellegrino Sapori Ticino” 2017 sono una decina di eventi speciali come, il 30 aprile al “Ristorante Ciani” a Lugano, dove Nicola Costantini, per una serata veramente speciale, ospiterà il grande Franck Giovannini del “Restaurant de l’Hotel de Ville” di Crissier, 3 Stelle Michelin, menzionato tra i primi 10 migliori ristoranti al mondo secondo. Giovannini ha voluto dedicare al Canton Ticino un appuntamento che gli amanti della gastronomia d’autore non potranno perdere, un’occasione unica per godersi un’esperienza irripetibile.

 

Cover: “S. Pellegrino Sapori Ticino 2016”,  Eden Roc Ascona

Maria Michele Pizzillo
per Newsfood.com