Salsomaggiore Terme riparte dai bambini, dalle mamme e dai papà

Salsomaggiore Terme riparte dai bambini, dalle mamme e dai papà

Salsomaggiore Terme
riparte dai bambini, dalle mamme e dai papà

Giovedi’ 26 giugno alle h. 15:30 si terrà in Salsomaggiore, presso l’Hotel Villa Fiorita, la presentazione agli operatori turistici salsesi, ed alla stampa, dell’iniziativa che scaturisce da un problema sociale evidenziato anche dal Santo Padre quale la denatalita’.
Con la Presidenza onoraria di CINO Tortorella, indiscusso nonno di tutti i bambini del mondo,  ambasciatore UNICEF  e “testimonial associazione famiglie numerose”  si costituisce in questi giorni a Salsomaggiore  la “Confraternita della Aqua Magica” che ha come obiettivo il rilancio turistico ed economico della città, favorendo ogni proposta mirata a raggiungere questo scopo.
Si invitano tutti coloro che hanno a cuore gli stessi propositi a partecipare per contribuire al rilancio di questo “magico” territorio e farlo tornare agli splendori di un tempo.
Mago ZurlìLa indiscussa qualità rigenerativa delle acque salsesi verrà quindi posta al centro di una serie di iniziative tra le quali anche il lancio de “l’anno della cicogna”; l’iniziativa è volta in modo specifico a contrastare questo infausto primato italiano di denatalità, tema già a più riprese affrontato anche a livello europeo sia nel forum “Investire sul futuro demografico in europa” -tenutosi a Bruxelles circa un anno fa, che ha evidenziato  come la nostra popolazione, se procede in questa direzione-, sia destinata a scomparire, che dagli studi affidati dal fondo monetario internazionale ad un esperto di studi macroeconomici inglese Edward Hugh, che nella sua pubblicazione “Popolazione, la risorsa non rinnovabile”, la quale dimostra come un paese possa morire anche a causa di scarsa natalità.

Curiosità dal Web:
Alle terme di Salsomaggiore, un manifesto degli anni ‘30 mostra un neonato che sorride sotto la scritta “io sono nato qui”. L’acqua termale veniva utilizzata per aumentare la fertilità delle donne  ma anche dei maschietti: una proprietà “magica”  conclamata ai tempi in cui Sofia Loren, non riuscendo a diventare mamma, su consiglio del suo ginecologo  svizzero, andò alle terme di Salsomaggiore e rimase incinta. Poco importa se la Scienza sia riuscita a dare conferme, l’importanza è che dopo nove mesi dal soggiorno a Salsomaggiore e la cura con le sue acque … tanti neonati hanno fatto felice la loro neo mamma e il loro papà

Ricordando il sessantotto – 1968 – anno in cui la Loren si barricò per 15 giorni in un grande albergo di Salsomaggiore per una delicata cura ginecologica e Novella 2000 titolava <<Salsomaggiore Terme, Sophia può diventare mamma>>… e gli alberghi erano pieni…

Nella Città termale Sofia iniziò la carriera d’attrice. Infatti, nel ’50, Sofia Loren partecipò al concorso ma fu bocciata dalla giuria: era magra, alta e con una bocca troppo grande. Orio Vergani disse: “Ecco un’altra povera ragazza che si illude” Evidentemente, il Vergani, non era in sintonia con Paride che di donne era finissimo intenditore.

Per saperne di più:

[email protected]

Leggi Anche
Scrivi un commento