Lombardia, 22 Novembre 2007 – L’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Luciano Bresciani, è sceso in campo contro il blocco che subiscono 3000 aspiranti medici ad
accedere alle specializzazioni per l’anno 2007/2008, lo ha fatto oggi a Roma, in Commissione Salute, alla presenza di tutti i colleghi delle altre regioni, e rivolgendosi al ministro Livia
Turco, che ha accolto la sua richiesta.

Il blocco deriva dal Decreto del 6 marzo 2006 del ministro dell’Università, Fabio Mussi, ed ha pesanti ricadute sui neolaureati in medicina e sullo stesso sistema sanitario. Da qui la
richiesta, accolta, che il ministro Turco si faccia carico del problema presso Mussi.
«Esprimo la mia soddisfazione – afferma Bresciani – perché, sia la Commissione sia il ministro Livia Turco hanno accolto la mia richiesta di sollecitare il ministro Mussi su un
tema che ci sta molto a cuore«.
«Con le norme contenute nel Decreto del 6 marzo 2006 – prosegue l’assessore – si impedirebbe ai neo aspiranti specializzandi di accedere ai posti messi a disposizione dal Ministero
dell’Università e della Ricerca per quest’anno, con la necessità di attendere ancora più di un anno per tentare l’ammissione. Ho dunque invitato il ministro Turco ad agire
sul ministro Mussi per prevenire questo danno e il Ministro ha accolto l’invito«.