Scongelare carne ed altri alimenti, come fare

Scongelare carne ed altri alimenti, come fare

Scongelare gli alimenti nel modo giusto ed evitare lo shock termico è importante per la salute ed una corretta alimentazione. Come fare?

Come scongelare la carne nel modo giusto

Avere della carne congelata in freezer fa sicuramente comodo, l’importante è fare attenzione a come scongelarla prima di cucinarla. Scongelare carne in maniera corretta, infatti, aiuta a scongiurare il rischio di contaminazione proliferazione batterica, che possono causare intossicazioni e infezioni più o meno gravi.

Il modo più semplice per scongelare la carne è quello di passarla dal freezer al frigorifero. In questo modo, infatti, si preservano le sue caratteristiche organolettiche. Basta metterla su un piatto o ancora meglio un vassoio (per raccogliere i succhi che si formano durante lo scongelamento) senza rimuovere l’involucro che la protegge e riporla in frigo 12 ore in caso di fette sottili o 24 ore in caso di animali interi (es. pollo) o grosse pezzature.

E se non ci si ricorda di tirare la carne fuori dal freezer per tempo? Per scongelare carne velocemente si può usare il metodo dell’acqua fredda, che nel giro di qualche ora permette di scongelare piccoli tagli di carne. Per un risultato ottimale, la carne va messa in una busta per alimenti sigillata o con chiusura ermetica e immersa completamente in una bacinella con l’acqua fredda fino a completo scongelamento. Per accelerare il processo, l’acqua può essere anche sostituita ogni mezz’ora. Una volta pronta, si può procedere alla cottura.

Esisterebbe poi un altro metodo per scongelare la carne velocemente: il forno a microonde, ma non è sempre un toccasana per la salute. Per quanto il microonde sia comodo per le emergenze e abbia la funzione defrost, non è il modo migliore per avere una carne ottima da portare in tavola. Secondo il parere di molti esperti, tra cui anche il Dipartimento dell’Agricoltura USA (USDA), nel forno a microonde la carne raggiunge una temperatura pericolosa (tra i 4°C e 60°C).

Quando si forza lo scongelamento, la carne può restare esposta troppo a lungo a questa temperatura, che favorisce il proliferare di batteri. Senza considerare che il decongelamento molto spesso non avviene in modo uniforme. Se proprio si vuole ricorrere al microonde quindi, subito dopo il defrost la carne va cucinata immediatamente.

Come scongelare il pesce

Per scongelare pesce valgono le stesse regole della carne. Le soluzioni più sicure per la salute sono il decongelamento in frigo o il metodo dell’acqua fredda.

Come scongelare il pane

Quando si tratta di scongelare pane, molti commettono l’errore di farlo a temperatura ambiente. Come per qualsiasi altro alimento, anche in questo caso è una procedura sbagliata, perché i batteri possono riprodursi velocemente.

Per evitare rischi, basta usare il forno a bassa temperatura. Il tempo, chiaramente, varia in base alla pezzatura. Eventualmente, se proprio non si ha tempo, per scongelare il pane velocemente si può utilizzare anche il forno a microonde, attivando la funzione defrost.

Cibo scongelato, quanto dura?

La carne scongelata con questo metodo può essere conservata in frigo (cruda) 3-5 giorni se si tratta di maiale, manzo, agnello o vitello, e 1-2 giorni in caso di pollame o macinato. Prima di cuocerla, inoltre, è fondamentale assicurarsi che sia effettivamente scongelata. È sufficiente infilzarla con una forchetta. Se al centro è ancora dura, infatti, vuol dire che serve ancora un po’ di tempo.

Il pesce scongelato si può conservare in frigo 1-2 giorni, a patto però di mantenere la temperatura mai superiore ai 4°C. In ogni caso, che si tratti di pesce, di carne, di pane o di qualunque altro alimento, la regola è sempre la stessa: mai ricongelare ciò che è già stato scongelato. Ne va della salute di tutti.

Leggi Anche
Scrivi un commento