Sfoglia da Guinness. Le Cesarine tirano 120 metri di pasta all’uovo

Sfoglia da Guinness. Le Cesarine tirano 120 metri di pasta all’uovo

Sfoglia da Guinness. Le Cesarine tirano 120 metri di pasta all’uovo 

A Bologna il record mondiale di sfoglia
Fico Eataly World, domenica 12 maggio, è stato teatro e testimone del nuovo record della sfoglia di pasta all’uovo tirata al mattarello: ben 120 metri di lunghezza.
All’opera, in fila, tutte schierate, 18 famose Cesarine, in rappresentanza delle 500 associate. Le cesarine sono le cuoche domestiche che ospita soci e amici in casa con i menù territoriali e regionali sparse in tutta Italia. Presenti a Fico le rappresentanti da Emilia Romagna, Abruzzo, Sicilia, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto, Calabria, Lombardia e Lazio.
Raggiunto il traguardo del record, ogni Cesarina ha realizzato la pasta tipica della propria Regione di provenienza, trasformando la kermesse del record in una promozione e conoscenza delle svariate interpretazioni e versioni che la pasta, riconosciuta nel mondo come una specialità assoluta della cucina tradizionale, può creare.  La pasta fresca, la pasta all’uovo, è una prerogativa nazionale e ancora una volta ha attratto l’attenzione dei tanti stranieri presenti a Fico.
In più la pasta è uno dei piatti tipici della cucina “di casa”, quella che rappresentano le Cesarine. Così è stato possibile assaggiare tagliatelle o malfatti, anolini o tortellini, fettuccine o agnolotti, lasagne o panzerotti declinate ognuna con la salsa, il condimento, il ripieno tipico di ogni tradizione regionale, addirittura comunale in certi casi.
Le Cesarine, è l’associazione più antica di cuoche casalinghe d’Italia composta soprattutto da donne, ma ci sono anche i maschietti, tutti appassionati, conviviali che puntano sulla accoglienza e sulla “spiegazione” dei piatti aprendo le porte delle cucine a viaggiatori, a curiosi, a tanti stranieri, a amici per offrire esperienze culinarie ricche di novità (www.cesarine.it).
Quello che rende eccezionale il gruppo di cuoche è l’alta percentuale di “ritorni” degli ospiti dopo mesi o anni per ripetere l’eccezionale cena o pranzo e provare le novità sempre accompagnate da prove “ in cucina” davanti agli occhi e cellulari attenti degli ospiti. Le cesarine rappresentano anche la biodiversità culinaria italiana, non solo una grande diversità nell’agricoltura, coltivazioni e allevamenti da nord a sud Italia, ma anche le tante interpretazioni e dettagli diversi che accompagnano anche una tradizionale ricetta come il risotto.
Fra tutte le Cesarine esistono almeno 50 versioni diverse, ricette diverse, sempre a base di riso, da quello con lo zafferano a quello con i piselli, da quello con la carne a quello con gli asparagi.  Network molto attivo. Gran parte delle prenotazioni , delle scelte del menù avvengono tramite il canale social e il potale web grazie anche ad uno staff e organizzazione d’ufficio della associazione centralizzato, dinamico, attivo 24 su 24, in grado di utilizzare diverse lingue diverse e rispondere ad ogni esigenza.
Contatti e prenotazioni dirette. Ma anche tramite i grandi tour operator e i grandi player che oggi quasi monopolizzano il mercato delle vacanze e dei viaggi. Questo determina una alta percentuale di clienti fra gli stranieri, da tanti paesi, riducendo di molto la presenza di italiani. Diverse le famiglie, molte le persone che devono prestare attenzione agli alimenti e a problemi allergenici.
Questo fa si che la rete delle Cesarine non è solo un servizio di ristorazione in casa private, ma diventa anche una promozione internazionale della cucina italiana, valorizza un modello di alimentazione naturale fornendo garanzie e sicurezza sui contenuti e componenti dei piatti. Servizi aggiuntivi molto apprezzati soprattutto dagli stranieri.
Questo determina anche una alta quota di  “passa parola” che fa crescere notorietà, curiosità, interesse. Un business in espansione che apporta direttamente e indirettamente un valore aggiunto a tutto il sistema ospitalità-ricettività italiana, contribuendo in modo evidente ad alzare l’asticella della qualità, dei profili, dei servizi.  
Il nuovo record, dopo quello del 2015 a  Milano,  si è svolto sotto il controllo di giudici e di un folto pubblico che ha assistito all’impasto e alla “stesa” tirata della striscia di pasta unita e unica, successivamente tagliata nei diversi formati sotto le domande anche più strane dei presenti… per esempio sul numero minimo di uova intere usate per ogni chilo di farina… per esempio se è meglio usare la farina 00 o quella riconosciuta come 01…. E via così. Ora non resta che attendere il nuovo record e qualche nuova ricetta con la regina della pasta sfoglia.           

 

 

Giampietro Comolli

Redazione Newsfood.com
© Riproduzione Riservata

Giampietro Comolli
Economista Agronomo Enologo Giornalista
Libero Docente Distretti Produttivi-Turistici

Mob +393496575297

Editorialista Newsfood.com
Economia, Food&Beverage, Gusturismo
Curatore Rubrica Discovering in libertà
Curatore Rubrica Assaggi in libertà

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

Vedi anche:

 

  • In vacanza con le Cesarine in cucina a Cortina d’Ampezzo
    In vacanza con le Cesarine in cucina a Cortina d’Ampezzo 31 Luglio 2018

    Piatti tipici Emiliani, Pugliesi e Veneti cucinati dalle Cesarine ad agosto al Cristallo Resort & Spa, hotel 5 stelle lusso di Cortina   E’ una scelta controcorrente rispetto alle mode imperanti, questa del Cristallo Resort & Spa, hotel 5 stelle lusso di … Leggi tutto

  • Ricette italiane tradizionali delle 200 Cesarine
    Ricette italiane tradizionali delle 200 Cesarine 31 Gennaio 2017

    Milano – Squisite zuppe imperiali, gustosi tortelli di patate e magnifiche rose di Parma: sono gli antichi piatti, a volte quasi dimenticati, cucinati da Mario Antonio nella sua casa di Bologna in cui accoglie e organizza corsi, per … Leggi tutto

  • A pranzo dalle Cesarine: Sono già 200 in 90 città italiane
    A pranzo dalle Cesarine: Sono già 200 in 90 città italiane 22 Novembre 2016

    Bologna – Le Cesarine è stato selezionato tra i migliori progetti italiani legati al segmento del food nella fase conclusiva di FutureFood, una Call4Innovation rivolta a tutte le startup che sviluppano prodotti e servizi originali e modelli di … Leggi tutto

  • Home Food: tradizione a tavola 19 Marzo 2007

    L’Associazione per la tutela e valorizzazione del patrimonio culinario gastronomico tipico d’Italia, con il progetto Home Food patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole, da varie Regioni italiane e … Leggi tutto

Redazione Newsfood.com
Leggi Anche
Scrivi un commento