Il 22 dicembre 2006 è stato approvato un disegno di legge che modifica i procedimenti disciplinari nell’ambito della Pubblica Amministrazione.
In particolare dal 2001 è stato istituito il licenziamento diretto per i dipendenti colpevoli di corruzione, concussione e peculato e il nuovo disegno di legge interviene per ottimizzare
le procedure di controllo finalizzate all’implementamento del sistema dei provvedimenti disciplinari.
In particolare le novità introdotte dal disegno di legge riguardano la trasmissione della sentenza di condanna del dipendente pubblico, che dovrà essere trasmessa direttamente
dalla segretaria del giudice all’ufficio competente all’interno dell’Amministrazione: la decorrenza del procedimento, inoltre, avrà come inizio proprio il momento della comunicazione
della sentenza, eliminando il problema della prescrizione.
Nel caso in cui il funzionario responsabile non avvii il procedimento, sarà chiamato in giudizio davanti alla Corte dei Conti.
Infine l’Ispettorato della Funzione Pubblica dovrà controllare lo svolgimento del procedimento derivante da condanna superiore ad un anno, a prescindere dal reato commesso dal pubblico
dipendente.

Disegno di legge del 22 dicembre 2006
Scarica il documento completo in formato .Pdf