Sicurezza alimentare, obbligatoria l’etichettatura d’origine per carne, uova e latte

Sicurezza alimentare, obbligatoria l’etichettatura d’origine per carne, uova e latte

Gli eurodeputati hanno votato perché sia obbligatorio scrivere sulle confezioni di carne, uova e latte se gli animali sono stati nutriti con mangimi Ogm. Crediamo che questo voto sia un
importante segnale e una prima vittoria e che vada nella direzione di introdurre l’etichettatura d’origine obbligatoria per tutti i prodotti alimentari, ha commentato il ministro Zaia.

“Bene ha fatto il Parlamento europeo a pronunciarsi in favore dell’indicazione d’origine obbligatoria per i prodotti alimentari.” Così il ministro delle Politiche agricole alimentari e
forestali Luca Zaia ha commentato la notizia del voto dell’Assemblea europea del 10 marzo.

Gli eurodeputati hanno votato perché sia obbligatorio scrivere sulle confezioni di carne, uova e latte se gli animali sono stati nutriti, ha proseguito Zaia, con mangimi Ogm. Inoltre si
chiede di dare la possibilità di scrivere in etichetta “esente da Ogm”.

“Mi sono sempre battuto in sede europea per introdurre l’etichettatura d’origine obbligatoria per tutti i prodotti alimentari. Crediamo che il voto del Parlamento sia un importante segnale e
una prima vittoria e che vada nella giusta direzione.”

“Tutelare i cittadini-consumatori, soprattutto in questo periodo di crisi, è un dovere cui nessuna istituzione deve sottrarsi.”

“A Strasburgo si è anche delineata una direzione per l’agroalimentare che non può che vederci concordi e protagonisti: la qualità infatti è un indiscutibile primato
per chi può vantare oltre 4500 prodotti tipici.”

“Scegliere i farmer’s market, accorciare la filiera e puntare sul biologico ci sembrano buoni viatici per l’agricoltura europea. Purché si tenga presente che non si possono ammettere
concorrenti sleali che puntino su una competitività fatta a scapito della salute.”

Leggi Anche
Scrivi un commento