Progetti e idee per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari Dop e Igp italiani il tema che verrà affrontato nella prima parte della Giornata Nazionale dei Consorzi di Tutela delle
Indicazioni Geografiche Italiane, con Siena scelta come palcoscenico privilegiato dell’eccellenza agroalimentare nazionale.

Una tavola rotonda alla quale interverranno rappresentanti di consorzi, dal Grana Padano al San Daniele, all’oliva La Bella della Daunia, ricercatori universitari, tecnici del Ministero e
giornalisti. Nel pomeriggio, la nuova politica comunitaria ed il futuro dei prodotti italiani a indicazione geografica il tema che verrà analizzato dagli assessori all’agricoltura
di diverse regioni italiane: Emilia Romagna, Lombardia, Puglia, Sicilia e Veneto. Ma appuntamento centrale della giornata sarà la presenza a Siena del Ministro delle Politiche Agricole,
Alimentari e Forestali, Paolo De Castro. A un anno esatto dalla sua seconda nomina a Ministro dell’Agricoltura, De Castro torna a Siena, ospite della Fondazione Qualivita, di cui è
stato presidente per quattro anni. Intervistato da Lamberto Sposini, il Ministro farà un bilancio di questi dodici mesi di lavoro per il Governo.

Con questo appuntamento Siena diventa punto di riferimento delle eccellenze italiane. In collaborazione con Aicig, l’ associazione italiana dei consorzi delle indicazioni geografiche, la
Fondazione Qualivita continua nella sua opera di valorizzazione e tutela dei prodotti a denominazione di origine. Proprio per l’ impegno di Qualivita e l’interesse che nel corso
degli anni ha saputo sollecitare a livello internazionale, Siena assume un ruolo di rilievo nelle politiche agroalimentari. Grazie alle istituzioni senesi che hanno dato vita a Qualivita,
Amministrazione Provinciale, Comune e Camera di Commercio, con il sostegno del Monte dei Paschi e della Fondazione MPS, oggi la città di Siena può vantare un’istituzione
riconosciuta ed apprezzata a livello internazionale, con il Forum di Madrid nel 2006 e quello previsto a Parigi per il 2008. Il dibattito che si svolgerà a Siena sulle Indicazioni
Geografiche sarà utile anche per le politiche europee e rappresenta un segnale positivo sull’ intuizione delle istituzioni senesi che hanno puntato sulla valorizzazione del settore
agroalimentare di eccellenza come volano trainante di flussi economici, conservazione dell’identità dei territori e salvaguardia di antiche tradizioni.

Giornata nazionale dei consorzi di tutela delle indicazioni geografiche italiane