Siena: taglio del nastro per “La Città del Sì”

Siena: taglio del nastro per “La Città del Sì”

Il 12 settembre torna a Palazzo Pubblico la copia originale del manoscritto mentre nella Piazza del Campo, Monica Guerritore e Giobbe Covatta tengono a battesimo il ricco cartellone di arte,
musica, gastronomia, storia e spettacoli. Taglio del nastro per “La Città del Sì”. A Siena tutto pronto per festeggiare i 700 anni dalla traduzione in volgare del Costituto Senese,
l’insieme di norme che regolavano la vita dell’antica Repubblica e che nel 1309 venne tradotto in volgare.

E il prossimo 12 settembre sarà il ritorno a Palazzo Pubblico della copia originale del Costituto Senese, l’atto iniziale delle celebrazioni. Alle ore 11.30, la Sala del Buongoverno
svelerà i due manoscritti con bei capoversi e belle miniature, le rubriche in rosso e il testo in inchiostro bruno, concessi per l’occasione dall’Archivio di Stato, che resteranno
visitabili per tutto il periodo della manifestazione.

Il Costituto torna, quindi, all’interno dello stesso palazzo dove già nel 1309 si decise di renderlo consultabile ai cittadini che, per la prima volta, avevano a disposizione una sorta di
Costituzione ante litteram in una lingua a loro comprensibile. Sabato 12 settembre si aprono, inoltre, per la prima volta insieme, le porte dei Musei e degli Oratori delle Contrade del Palio di
Siena che sveleranno i loro spazi più intimi (prenotazioni 0577 292614/15).

Ma la giornata del 12 prevede altri appuntamenti. A partire dalle 15.30, spazio ai bambini che in Piazza del Campo si divertiranno con l’iniziativa “Sì, è la città del
gioco”, un vero e proprio laboratorio didattico-artistico, dove anche i più piccoli conosceranno la città del Costituto. Alle ore 21,15 in Piazza del Campo (ingresso gratuito),
Giobbe Covatta e Monica Guerritore, terranno a battesimo il calendario di eventi “La Città del Sì'”, con la Veglia del Costituto.

Lo spettacolo, ideato e coordinato dal regista Maurizio Panici, si arricchisce di intervento multimediale ad opera di Sergio Carrubba, che realizzerà proiezioni dedicate al Medioevo. La
predica che San Bernardino tenne in Piazza del Campo, darà il via a una riflessione che spingerà Giobbe Covatta a parlare del Buon Governo e della sua attualità. Stefano
Saletti invece metterà in musica 10 rime di Cecco Angiolieri e Monica Guerritore proporrà un percorso che parte dall’inferno di Dante per arrivare all’infinito con un omaggio alla
senesissima Pia de’ Tolomei.

Domenica 13 settembre sarà l’arte di scena al Santa Maria della Scala, con l’inaugurazione della mostra “I Carri trionfali del corteo storico”. L’esposizione curata da Enrico Tori e Mauro
Civai che, oltre alla storica collezione delle Bandiere Stibbert, dedica uno spazio all’importante figura del Carroccio, il carro trionfale del corteo storico del Palio di Siena. Il festival
prosegue fino a maggio con il ricco cartellone dove spettacoli e musica, si sposano ad itinerari enogastronomici e storici, i mercati medievali che tornano nel Campo di Siena, mostre d’arte e
tanto altro ancora.

Sono tante, infatti, le iniziative con le quali Siena torna a far risplendere il suo Medioevo, celebrando uno dei momenti più alti e unici della civiltà e della vita democratica del
Trecento. Per informazioni è possibile consultare il sito internet lacittadelsi.comune.siena.it oppure contattare i numeri 0577 292340 – 292230.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento