“Slow Phone”, il primo cordless che unisce il minimalismo degli anni Settanta alla tecnologia di oggi

“Slow Phone”, il primo cordless che unisce il minimalismo degli anni Settanta alla tecnologia di oggi

Frutto di un binomio vincente tra tecnologia e design, arriva in Italia il primo “Slow Phone” firmato dal mostro sacro del design inglese Jasper Morrisone sviluppato dal brand svizzero Punkt, creatore di prodotti di elettronica di consumo “easy life”. Ovvero un nuovo modo di intendere la
tecnologia vissuta con semplicità, intuizione e funzionalità.

Il suo credo? Dare vita a prodotti di elettronica di consumo capaci di rendere la vita più semplice, caratterizzati da una bellezza senza tempo, in grado di resistere alle mode del
momento, e dal fascino degli oggetti silenziosamente semplicie utili che non hanno bisogno di “urlare” per farsi notare. Un processo creativo che prende forma con la collaborazione dei nomi
più importanti al mondo del design e di menti ancora sconosciute, ma capaci di dare vita a idee nuove e funzionali.

Ad ispirare lo “Slow Phone” è il ricordo del vecchio telefono, emblema di uno stile pratico dal sapore vintage, ma non per questo passato di moda. Fedele al concetto dello “Slow tech”,
il movimento fondato dall’italiano Sanino Vaturie simbolo dell’hi-tech di qualità che resiste al logorio della vita moderna, il telefono di Morrison rappresenta un autentico prodigio
tecnologico che fonde la più avanzata tecnologia con un nuovo modo di intendere la vita all’insegna della qualità che resiste alle mode.

“Grazie alle sue particolari peculiarità, che vanno dalla praticità d’utilizzo al design di gran classe, fino all’innovativa funzionalità – spiega Sanino Vaturi,
responsabile reti Sounders, distributore di Punkt in Italia – il cordless rientra a tutti gli effetti nell’universo dello Slow Tech, ovvero un nuovo modo di vivere l’hi-tech in cui la
tecnologia di altissima qualità va gustata lentamente in ogni momento, in netta contrapposizione con lo stress di dover necessariamente cambiare dopo pochi mesi un prodotto elettronico
appena acquistato”.

“Ho pensato al vecchio telefono – afferma il celebre designer inglese Jasper Morrison- quello disteso a faccia in giù sulla sua base, e mi sono chiesto se non fosse meglio al contrario,
in modo da vedere lo schermo e poter digitare il numero senza doverlo sollevare.”

Un vero e proprio concentrato di funzionalità e stile, che richiama le forme familiari ed affettive degli anni Settanta, quando il telefono rappresentava, oltre che l’unico strumento di
comunicazione orale a distanza, anche un vero e proprio simbolo di un’era in cui la convivialità della famiglia passava anche dagli oggetti della casain cui le diverse generazioni si
ritrovavano, come il salotto.

Lo “Slow-phone” di Morrison è un capolavoro di tecnologia contemporanea applicato ad un oggetto status-symbol di un’epoca passata, reso immortale grazie ad una rivisitazione funzionale e
di design.

Il progetto dello “Slow-phone” di Puntk è nato dalla mente di Jasper Morrison quasi per caso: una foto della casa di una vecchia zia lo ha ricondotto in un’atmosfera casalinga, fatta di
emozioni, di chiacchiere confidenziali attorno ad un camino, di un ritmo di vita più rilassato.

Una vita “slow” densa di valori capaci di resistere al passare del tempo: uno schizzo a matita sul retro della foto in bianco e nero è diventato qualche giorno dopo un progetto che Punkt
ha abbracciato con entusiasmo, mettendolo tra i prodotti di punta per il suo lancio sul mercato italiano.

Lo “Slow-Phone” Punkt diviene così l’emblema della tecnologia che arreda, incarnando la semplicità di un moderno telefono cordless, liberato da fronzoli e funzioni
“avanzate”inutilmente complicate. A brillare è il suo stile minimale tipicamente british, capace di catturare l’attenzione fin dal primo sguardo e ridare alla casa un sapore nostalgico
ma privo di malinconia che ben si adatta ai tempi moderni.

Al suo interno nessuna funzione confusa o applicazione di difficile comprensione, ma soltanto il massimo della praticità d’uso. Ridotto nelle dimensioni, antiscivolo e accompagnato da
una base che gli consente di essere posizionato anche in verticale, il gioiello Punkt si presta a diventare il protagonista del salotto.

Il punto di forza sta nel suo innovativo disegno: la base del telefono, oggi tendenzialmente miniaturizzata o addirittura eliminata, nell’esclusivo accessorio di Jasper Morrison torna alla
ribalta. L’elegante base, disponibile negli stessi colori che impreziosiscono il telefono, ovvero bianco, rosso e nero, è infatti in grado di accogliere il cordless sia in orizzontale,
che nella pratica posizione verticale da appendere alla parete.

Senza contare che, grazie alla comoda e semplice base del cordless, gli utenti potranno digitare i numeri di telefono senza dover contemporaneamente alzare la cornetta. Grazie all’innovativa
funzione “mani libere”, dunque, è anche possibile utilizzarlo appoggiandolo su una superficie piana mentre si stanno svolgendo altre attività.

Vero e proprio “must have” per gli amanti dello stile e per chi desidera un “telefono che arredi”, lo “Slow-Phone” permette,grazie ad un ampio display da
1,6”, di avere con chiarezza una comprensibile visione di tutte le varie informazioni. E per rispondere alle esigenze di spazi sempre più ridotti delle case moderne, la base è
stata disegnata in dimensioni ultracompatte, senza però lesinare in funzionalità: al suo interno è infatti contenuta una segreteria telefonica digitale; mentre per un
utilizzo pratico in tutte le situazioni, lo “Slow Phone” è arricchito da un vivavoce hifi.

A garantire sull’ottima qualità radio, a ridurre il rischio di interferenze e a rendere possibile bassi consumiè il Dect (Digital Cordless Telecomunications), ovvero uno standard
per le comunicazioni cordless che utilizza le più avanzate tecniche di comunicazione radio digitale avanzate volte a sfruttare lo spettro radio.

Dai contatti presenti all’interno della rubrica (è possibile memorizzare fino a 100 nominativi telefonici, con un massimo di tre differenti numeri per ciascuno), all’orologio, fino al
numero dei messaggi presenti in segreteria (potendo controllare facilmente se ci sono nuovi messaggi selezionando direttamente quelli che interessano senza dover ascoltare l’intera sequenza
registrata).

Redazione Newsfood.com+WebTv

Related Posts
Leave a reply