Sorrisi senza grane. Anche dietro ad un pallone

Sorrisi senza grane. Anche dietro ad un pallone

Roma – Si aprirà a Roma il 31 maggio la settima edizione del campionato di calcio amatoriale che vedrà protagoniste le squadre regionali di AIC – Associazione Italiana
Celiachia.

Il Campionato si svolgerà presso il Complesso sportivo Giulio Onesti in Roma, Largo Giulio Onesti 1, di proprietà del CONI (la casa dello sport italiano).

“Si tratta di una manifestazione sportiva la cui valenza principale è quella di stabilire contatti di amicizia tra i giovani celiaci delle varie Regioni” ha dichiarato Leo Carnevali,
Direttore tecnico della squadra AIC Lazio Onlus,”e di dimostrare che anche loro, una volta a dieta, sono in grado di confrontarsi alla pari con coetanei non celiaci. Davvero alla pari”
aggiungePaola Fagioli Presidente AIC Lazio.

La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, che colpisce con intensità variabile e costringe alla completa eliminazione del glutine dalla propria dieta. Pane, pasta,
dolci sono i primi alimenti da eliminare – almeno quelli tradizionalmente venduti nei nostri negozi e a base di farina con glutine – ma in realtà l’elenco dei prodotti “vietati” è
molto più lungo. Arriva a comprendere la birra, e decine di altri alimenti, senza contare le possibili contaminazioni tra un prodotto e l’altro, date anche solo dalla lavorazione
comune. 

L’attività di AIC è una vera corsa ad ostacoli che si compie ogni giorno verificando le caratteristiche e le qualità di ogni prodotto, segnalando l’accessibilità di
locali pubblici ed alberghi, sensibilizzando medici e potenziali pazienti – nonché Stato ed Istituzioni locali -, promuovendo la ricerca scientifica e creando sinergie con altre
realtà internazionali. In ogni caso, nel panorama mondiale l’attività italiana è la pioniera di questo settore.

Lo sport è uno dei metodi scelti dall’Associazione per aggregare i giovani celiaci e non: il più dinamico sicuramente, ma non l’unico. Si alternano corsi di cucina, incontri,
feste per bambini, convegni. Tutto rigorosamente glutenfree.

Tutte le attività di AIC e dei suoi membri sono svolte gratuitamente, per spirito di volontariato e di solidarietà tra “pazienti” affetti da una patologia del tutto innocua che
tuttavia – se non diagnosticata e non curata – può avere effetti anche gravi. AIC, nell’informare e sensibilizzare l’opinione pubblica, ricorda che la celiachia, una volta trattata
adeguatamente, permette uno stile di vita sano e  normale.

La squadra del Lazio, detta dei “Blues” è data tra le favorite del campionato 2010, ma l’incontro tra squadre di tutte le regioni d’Italia potrebbe riservare parecchie sorprese.

L’ingresso alle partite è libero, compresa la cerimonia di premiazione del 2 giugno (ore 13) al Complesso sportivo “Giulio Onesti” in Roma (Acqua Acetosa), Largo Giulio Onesti 1.

Saranno a disposizione brochure informative sulla celiachia e sarà possibile chiedere informazioni ai responsabili presenti alla manifestazione.

Per maggiori informazioni e per il programma dettagliato del campionato di calcio: www.aiclazio.it – [email protected]

L’Associazione Italiana Celiachia nasce nel 1979, per iniziativa di un gruppo di genitori che vivevano le prime diagnosi dei figli in età pediatrica. Attualmente l’organizzazione é
strutturata in Federazione e conta 19 Soci, ovvero le Associazioni Regionali che, sul territorio nazionale, attuano programmi e progetti dell’AIC. Gli associati, iscritti alle associazioni
regionali AIC, sono oggi circa 90.000.
 
Programma del Campionato

  • Lunedì 31 maggio                    Inizio partite alle ore 15,30
  • Martedì 1 giugno                     Inizio partite alle ore 10,00
  • Mercoledì 2 giugno                 Inizio partite alle ore 9,30 
  • Premiazione presso il circolo Giulio Onesti alle ore 13,00/13,30

Sulleali.it
Redazione Newsfood.com+WebTV

Leggi Anche
Scrivi un commento