L’Istituto per il commercio estero organizza la partecipazione collettiva di aziende italiane appartenenti al settore agroalimentare alla Summer Fancy Food, in programma a New York dall’8 al 10
luglio, appuntamento di rilevanza internazionale per questa fetta del mercato dell’alimentazione. Le ultime edizioni hanno visto la presenza di oltre 30.000 visitatori.

La fiera rappresenta una via di accesso al mercato nord americano ed offre alle aziende nuove opportunità per incrementare l’esportazione di prodotti di qualità e un’occasione di
consolidamento della loro presenza nel settore agroalimentare statunitense, esposto ad una competizione internazionale sempre più agguerrita.
La collettiva delle aziende italiane occupa una superficie di 2.200 mq. ed ospiterà 2.150 espositori suddivisi in sessantasei padiglioni dove saranno in mostra più di centomila
prodotti tra alimentari e bevande provenienti da tutto il mondo.

Molti gli appuntamenti formativi in programma nella tre giorni a New York, tra i quali seminari e convegni per approfondire aspetti relativi alle opportunità di sviluppo dei rapporti
commerciali e degli investimenti negli Stati Uniti. Una particolare attenzione sarà dedicata alla nuova regolamentazione della Food and Drug Administration – l’Ente Governativo
statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici – sul tema delle barriere all’esportazione: dazi doganali, bioterrorismo, etichettatura e OGM.

Ulteriori approfondimenti saranno dedicati al valore commerciale dei brand italiani, considerati una leva competitiva a disposizione dell’imprenditoria italiana per la penetrazione del mercato
nordamericano, con focus su: peculiarità del sistema distributivo statunitense, product liability, politiche di marketing, nuove normative commerciali, legali e tributarie relative agli
scambi con gli Stati Uniti, ruolo dell’istituto di credito nelle transazioni commerciali e la valorizzazione del marchio all’interno del mercato USA.

www.politicheagricole.it