Tag "viaggi in libertà in terre del vino"

BOLLICINE E BICI IN OLTREPO’

A Stradella, cittadina capoluogo dell’Oltrepò enologico, si può arrivare con il treno veloce da Milano o Piacenza o Genova. Capitale del territorio che dà i natali, oramai da 200 anni, a una uva pregiata nel mondo, ma difficilissima da coltivare, come il Pinot Nero. Uva di grandi vini rossi, ma qui anche del Cruasé, il vino spumante OP docg, unico, rosato, metodo tradizionale. il treno è comodo perché la stazione

FRANCIACORTA…..E BASTA!

Usciamo dal casello autostradale della A4-E64, fra Milano e Venezia, a Rovato e ci inoltriamo fra dolci pendii e un borgo dietro l’altro, una volta detto delle “ corti franche” perché esentate dalla tasse imperiali, e arriviamo subito a Erbusco che rappresenta il cuore di passaggio e pulsante di tutta Franciacorta, dove ammiriamo villa Lechi e l’ex palazzo Cavalleri. Qui, sulla collina dietro al paese e lungo la strada che

DAL PO AGLI APPENNINI, IN TERRA PADANO-PIACENTINA

Usciamo dall’autostrada A1, sul tratto Milano-Bologna, a Fiorenzuola, puntiamo a Castell’Arquato, borgo-castello con vestigia romaniche, un chiostro autentico, anticamente baluardo sulla strada Francigena, la via del sale e degli abati. Rinomato anche per i vini bianchi effervescenti di Malvasia e Monterosso, abbinati alle meravigliose paste ripiene di verdure. Ci spostiamo verso la pianura fino a Cortina di Alseno fino all’Abbazia di Chiaravalle della Colomba fondata da fra Bernardo da Cluny,

Effervescenze Pavesi: alle radici del Cruasè docg, il vino rosè dell’Oltrepo

Usciamo dal casello autostradale di Stradella sulla A21, fra Piacenza e Voghera, e seguiamo i cartelli per Broni. Sosta nella cittadina, tipico borgo padano, con grande piazza e negozi di prodotti tipici. Iniziamo un percorso-anello brioso, fra pianura, collina e vigne antiche, nel territorio di produzione del Cruasè docg, il vino rosè, metodo tradizionale, ottenuto con uve Pinot Nero, caratteristica unica dell’Oltrepò. Da Broni inizia la salita verso Colombarone e Beria

OLTREPO’ PAVESE, ANTICO FEUDO DI VINI CON LE BOLLICINE

Territorio collinare da sempre coltivato a vite, distese di centinaia di ettari, a soli 70 km da Milano, terra vocata al paesaggio ambientale e al vino. Usciamo dall’autostrada A21- E70, quelle detta anche “dei vini”, guarda caso, a Broni-Stradella, raggiungibile anche da Pavia città con la SP617 che supera il grande fiume Po con l’antico e caratteristico Ponte della Becca, oggi per sole auto. Vediamo, nei dintorni fra il Po