Tè verde e tè nero: contro i grassi, a favore della linea

Tè verde e tè nero: contro i grassi, a favore della linea

Benefici in tazza: il tè verde il tè nero portano numerosi vantaggi. Tali bevande difendono dalle conseguenze di una dieta sbagliata, limitando l’aumento di peso ed i problemi
collegati, come l’insorgenza del diabete.

E’ il messaggio di una ricerca della Kobe University, diretta dal dottor Nishiumi e pubblicata sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry”.

Gli scienziati hanno lavorato con topi da laboratorio, dividendoli in due gruppi. Il primo gruppo ha consumato una dieta ricca di grassi, il secondo una più equilibrata. Successivamente,
ogni gruppo è stato diviso in sottogruppi, che hanno bevuto tè verde, tè nero o acqua.

Finite le 14 settimane prestabilite, l’analisi dei roditori ha evidenziato come gli animali che avevano seguito la dieta ricca di grassi ma bevuto tè non avevano preso peso, a differenza
dei colleghi dissetati con acqua.

Esaminando poi le due miscele, è emerso come il tè nero avesse qualcosa in più. La bevanda si dimostrava capace di opporsi agli effetti collaterali del consumo di grasso,
come ipercolesterolemia, glicemia elevata ed insulino-resistenza. Tutti fattori, sopratutto l’ultimo in grado di favorire la comparsa del diabete di tipo 2.

Inoltre gli esperti evidenziano come ricerche precedenti hanno mostrato le capacità di tè verde e nero nel prevenire l’obesità, le malattie cardiache e il diabete di tipo
2.

Conclude così il dottor Nishiumi: “Malgrado questo risultati abbiano bisogno di essere confermati in studi umani, questo studio ha mostrato che il tè aiuta a prevenire l’aumento
di peso e le modificazioni di glucosio nel sangue, l’intolleranza al glucosio, l’insulino-resistenza e la regolazione lipidica provocate da una dieta ricca di grassi”.

FONTE: Nishiumi S et al. Green and Black Tea Suppress Hyperglycemia and Insulin Resistance by Retaining the Expression of Glucose Transporter 4 in Muscle of High-Fat Diet-Fed C57BL/6J Mice. J
Agric Food Chem 2010; 58(24):12916-23.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Related Posts
Leave a reply