Oggi tra le numerose iniziative che stanno avendo un significativo successo in città e che stanno restituendo a Teramo il ruolo di capoluogo quale reale e concreto punto di riferimento
per l’intero territorio provinciale, è la Fiera dell’Agricoltura di San Giuseppe, ai nastri di partenza. La giunta Chiodi nel suo complesso e l’assessore D’Ignazio in particolare hanno
saputo rilanciare e sviluppare in modo eccezionale l’iniziativa, che si colloca tra quelle che possono dare a Teramo un ruolo economico di prestigio sempre più evidente nella Regione
Abruzzo. Teramo, attraverso il suo governo cittadino, si sta mettendo in positiva evidenza in un’area territoriale assai vasta e la stampa sottolinea sempre più spesso come di fatto la
città di Teramo, dopo un lungo appannamento di anni, stia conoscendo ora una vera rinascita. Questo giudizio deve spronare tutte le forze politiche a sostenere, anche con contributi
critici, l’ulteriore sviluppo del nostro territorio comunale e provinciale. Sviluppo che certamente finora ha trovato un motore nelle risorse umane, culturali e civili dei teramani e che non ha
trovato o non trova la doverosa attenzione di una Regione Abruzzo lontana e spesso ostile. Forza Italia rinnova l’appello, confidando in un impegno finalmente concreto, ai rappresentanti che il
territorio esprime a livello regionale, soprattutto a quelli che ricoprono incarichi assessorili, affinché possano dare in tutti i settori quanto a Teramo si deve in quantità di
risorse. Teramo non deve più avere un problema “Regione Abruzzo”, non deve più vivere con l’intera provincia una “condizione marginale”, come è stato autorevolmente detto.
Anche la Fiera di S. Giuseppe dunque deve poter essere riconosciuta e sostenuta dalla Regione.In ogni caso la città di Teramo, come si diceva, sta offrendo all’intero Abruzzo un esempio
di intelligente attivismo e sta imponendo di fatto un vero e proprio modello che tanti cominciano a guardare con interesse e rispetto.

www.online-news.it