Roma – Si è svolto questa mattina a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’incontro tra i rappresentanti del Ministero del Lavoro, degli enti locali
piemontesi, dell’azienda e le organizzazioni sindacali per la cessazione di attività dello stabilimento di Torino di Thyssenkrupp Acciai Speciali Terni SpA.

Nel corso dell’incontro è stata decisa la chiusura anticipata dello stabilimento di Torino: da oggi decorrerà il trattamento di Cassa Integrazione straordinaria biennale per un
numero massimo di 100 lavoratori e nello specifico durante il primo anno verranno ricollocati 60 lavoratori in aziende del territorio che hanno già espresso il loro interessamento,
mentre i restanti 40 saranno ricollocati nel corso del secondo anno. Durante l’incontro di questa mattina sono stati confermati tutti i punti del Protocollo firmato il 25 luglio scorso presso
il Ministero dello Sviluppo Economico che prevede inoltre che l’azienda si impegni a cedere il sito per nuovi insediamenti di carattere produttivo nell’ambito di un piano di
reindustrializzazione condiviso dal Governo, dalle istituzioni locali e dalle organizzazioni sindacali.

L’area pertinente allo stabilimento della ThyssenKrupp di Torino è stata segnalata dall’assessore regionale all’Industria come sito strategico di interesse regionale da recuperare a fini
economico produttivi e da inserire nell’ambito del Programma Straordinario Nazionale per il recupero economico – produttivo dei siti industriali dimessi e inquinati.