Torino, 1 Ottobre 2007 – Al grido di «Adesso basta, siamo stufi, vogliamo legalità», alcune centinaia di commercianti e residenti del quartiere Porta Palazzo a Torino
hanno manifestato per le vie per dire basta allo spaccio di droga.

«Siamo qui per far sentire la nostra voce contro gli spacciatori – spiegano i partecipanti al corteo – ci sono circa 50 spacciatori che bloccano la vita di un intero quartiere. Vogliamo
lavorare tranquilli e vogliamo che il mercato di Porta Palazzo, il più grande d’Europa, torni ad essere quello di una volta».

“Ancora una volta gli operatori commerciali – ha dichiarato il segretario della Confesercenti provinciale di Torino, Antonio Carta – hanno mostrato una particolare sensibilità verso i
temi dell’ordine pubblico e hanno manifestato con civiltà e misura. La situazione a Porta Palazzo è obiettivamente difficile, nonostante gli interventi di riqualificazione operati
negli ultimi anni e l’impegno delle forze dell’ordine.

Ovviamente, l’attenzione da parte di tutti alle esigenze poste dagli operatori dovrà essere ancora maggiore e la Confesercenti, come sempre, non farà mancare il proprio appoggio e
la propria voce.

Altrettanto ovviamente, però, bisognerà evitare che il disagio espresso dagli ambulanti sia strumentalizzato da gruppi e individui i cui obiettivi sono politici e quindi ben
diversi da quello, giusto, di una maggiore sicurezza”.