L’assessore regionale al Commercio Giovanni Caracciolo ha portato il saluto della Regione questa mattina all’apertura dei lavori del convegno organizzato dall’Ascom nella propria sede di via
Massena 20, dal titolo “Torino, laboratorio dell’innovazione”.

“Siamo felici – ha detto Caracciolo – che la Fiat sia uscita dalla crisi, ma saremmo imprevidenti se non affidassimo il nostro futuro ad un terziario di alta qualità. In questa scelta,
del resto, siamo confortati da tutti i dati che segnalano un incremento del valore aggiunto per i servizi, mentre si registra una sostanziale stasi del prodotto per addetto nell’industria
manifatturiera. Il futuro è nell’innovazione e il ‘piccolo’ può essere il motore di questo processo innovativo: il terziario avanza giustamente la candidatura ad esercitare un
ruolo propulsivo su tutto il territorio”.

Caracciolo ha posto l’attenzione sull’impegno congiunto che non deve mai mancare fra le istituzioni pubbliche ed i soggetti privati, rimarcando l’importanza dell’incremento dei fondi per i
piani di riqualificazione urbana.

“La nostra realtà – ha concluso Caracciolo – è in continua trasformazione: in noi è forte l’impegno a mantenere il mercato, ma anche di accompagnarlo alla costruzione di
legami sociali nuovi. La vita delle comunità è costituita da trame di relazioni di vita collettiva: la coesione sociale per noi non è soltanto un valore, ma un fattore di
competitività”.

www.regione.piemonte.it