Torna anche quest’anno, nei giorni 23, 24 e 25 marzo, la tradizionale
iniziativa dell’AIL. Migliaia di volontari offriranno, in 3500 piazze italiane, un “Uovo di Cioccolato” caratterizzato dal “logo” AIL a chi verserà un contributo minimo associativo di
€ 12 diventando così “Sostenitore” dell’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma. Ad ogni “Sostenitore” è anche destinato un opuscolo in cui si
illustrano le finalità associative.
La manifestazione, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, ha permesso in questi anni, grazie alla generosità dei cittadini italiani, di raccogliere fondi destinati al
finanziamento di progetti di assistenza e di ricerca di alto valore scientifico e sociale. Ha contribuito inoltre a sensibilizzare costantemente ed ampiamente l’opinione pubblica alla lotta
contro i tumori del sangue. L’iniziativa si ripromette, dunque, di sottolineare l’impegno profuso e gli incoraggianti risultati raggiunti in questa battaglia e, al tempo stesso, costituisce
anche una preziosa occasione per ricordare quanto sia necessario il sostegno di tutti per raggiungere l’obiettivo più importante: rendere leucemie, linfomi e mieloma mali sempre
più guaribili. I fondi raccolti con la manifestazione “Uova di Pasqua” verranno impiegati per: collaborare al servizio di assistenza domiciliare ai pazienti ematologici di tutte le
età per offrire loro le cure necessarie nel loro ambiente familiare (l’Ail finanzia già 38 servizi di assistenza domiciliare); migliorare la qualità delle cure; finanziare
la Ricerca Scientifica; continuare nella realizzazione di Case Alloggio – “Case Ail” nei pressi dei Centri di Terapia italiani per permettere ai pazienti che risiedono lontano, di affrontare i
lunghi periodi di cura assistiti dai familiari (grazie all’AIL operano già 30 Case Ail sul territorio).
“Obiettivi delle cure domiciliari – afferma un comunicato dell’Associazione – sono migliorare la qualità di vita del paziente, attraverso il suo reinserimento nell’ambiente familiare,
aiutare coloro che assistono il malato a casa attraverso un supporto sociale e psicologico, aumentare la disponibilità di posti letto nei reparti specialistici e migliorare l’impiego
delle risorse in ambito sanitario”.
L’inziativa nel 2006 ha visto la distribuzione 782.339 uova di cioccolato, per un totale di fondi raccolti intorno a sei milioni di euro.

Per conoscere quali sono le 3500 piazze con le “Uova di Pasqua dell’AIL”
si può chiamare il numero 06/70386013 o visitare il sito www.ail.it

Redazione NEWSFOOD.com