Si chiama DraughtMaster ed è
firmata Tuborg l’innovazione destinata a rivoluzionare per sempre il mondo della birra alla spina. In Italia sarà disponibile a partire dalla primavera del 2007, quando sarà
lanciato sul mercato Tuborg DraughtMaster, il nuovo sistema di spillatura, presentato oggi a Milano durante una conferenza stampa. Tuborg DraughtMaster amplia radicalmente le
potenzialità della birra alla spina rispetto ai sistemi tradizionali di spillatura, grazie ad un nuovo fusto ‘usa e getta’ in Pet, posizionato all’interno di una vera e propria
camera iperbarica, nella quale ad ogni spillatura si genera una pressione crescente che permette la fuoriuscita della birra. In questo modo per la spillatura non si deve più ricorrere
alla pressione esercitata dall’immissione di CO2 nel fusto e si evitano i processi di saturazione e ossidazione del prodotto, che rischiano di alterarne la qualità, soprattutto quando
passano diversi giorni dall’apertura del fusto fino al suo esaurimento. È proprio grazie a questo sistema che la birra spillata con Tuborg DraughtMaster si mantiene qualitativamente
perfetta, come se fosse appena uscita dallo stabilimento, per più di venti giorni dall’apertura del fusto. A garanzia di una temperatura di servizio costante e corretta, Tuborg
DraughtMaster riproduce inoltre in tutto e per tutto una cella frigorifera, con un apposito spazio per il raffreddamento di un secondo fusto, oltre a quello ‘attaccato’ alla spina.
“Perseguire la qualità con forti investimenti nella ricerca e nell’innovazione è da sempre una caratteristica della nostra azienda. – ha spiegato Boguslaw Bartczak, Amministratore
Delegato di Carlsberg Italia – Il lievito maggiormente utilizzato in tutto il mondo nella produzione delle birre lager porta il nostro nome, Saccharomyces carlsbergensis. A più di un
secolo di distanza da quella storica scoperta oggi abbiamo l’esclusiva per un brevetto destinato ad avere la stessa portata, innovando radicalmente il consumo fuori casa del nostro prodotto.
DraughtMaster ha infatti elementi di servizio esclusivi e molto concreti per tutto il canale HoReCa, soprattutto per chi non genera grandi volumi di vendita. Grazie a questa invenzione
sarà più facile e profittevole offrire al consumatore finale, ormai sempre più maturo ed esigente, un prodotto qualitativamente valido. Ancora una volta abbiamo messo
l’innovazione tecnologica al servizio della qualità”.
Dal 10 al 13 febbraio, a Rimini, Tuborg DraughtMaster sarà protagonista di Pianeta Birra 2007 (Padiglione C3 – stand 120).

Per maggiori informazioni visita il sito: www.carlsberg.com