Lo scorso 29 Marzo i giovani volontari della FUNIMA si sono adoperati per la fase finale di tanti mesi di lavoro e di impegno: gli alimenti ben catalogati sono stati caricati nel Container di
12 metri mentre venivano riprese e commentate le varie fasi del lavoro da parte della responsabile Mara Testasecca.
Video e servizio fotografico sono fonti importantissime di testimonianza e documentazione del lavoro svolto, che verranno messe a disposizione di tutti coloro che hanno contribuito alla
realizzazione di quest’iniziativa e di coloro che seguono l’operato della Funima verificandone volta per volta serietà e concretezza.
In questo momento il container è in viaggio verso il porto internazionale di Napoli e il 31 Marzo è partito alla volta di Buenos Aires. Da qui arriverà alla sede della
Funima in Argentina dove si provvederà allo smistamento e alla distribuzione della merce destinata a tutti i bambini che frequentano le attuali 8 mense “Los Comedores” e a
tutte quelle famiglie che vivono troppo lontane per poterle raggiungere.
Questo aiuto dall’Italia è di vitale importanza visto che le scorte alimentari della Fondazione stanno per giungere al totale esaurimento e il programma alimentare dell’anno
è stato garantito, grazie agli aiuti di una fondazione svizzera, solamente per una mensa sita a Yunka Suma.
Un container carico di alimenti, ma soprattutto carico dell’amore e dell’entusiasmo che ha mosso l’azione di tanti giovani e di tante persone che hanno contribuito attivamente
affinché questo progetto diventasse realtà.
Tante gocce che unitesi hanno dato vita allo scorrere di un fiume che sgorga dall’Italia e giunge sino alle Ande; un fiume che vuole dissetare il prossimo, ma che fa crescere anche
ciascuno di noi – E’ stata un’esperienza faticosa ma bellissima, soprattutto perché mi ha fatto capire di più il valore di lavorare insieme, mi ha fatto toccare con
mano il significato di Amore e Solidarietà – queste le parole di Matias, un volontario di 19 anni.

www.fao.org