Un estratto del tè verde per inibire la crescita del tumore al seno

L’epigallocatechina gallato (Egcg), un estratto del tè verde, è in grado di arrestare la crescita e la diffusione delle cellule del cancro al seno inibendo, nella massa tumorale,
lo spuntare di nuovi vasi sanguigni, è quanto emerge da uno studio presentato al 121° Meeting annuale dell’American Phsysiological Society, parte della conferenza scientifica di
Experimental Biology 2008.

Secondo i ricercatori dell’University of Mississippi, l’ingestione quotidiana di Egcg porta nei topi a una riduzione del peso della massa tumorale al seno di circa il 68%.

Per sopravvivere il tumore ha bisogno di nutrimento, ovvero di sangue. All’inizio della degenerazione, nuovi vasi sanguigni si sviluppano a partire da quelli preesistenti, e in questo modo le
cellule anarchiche riescono ad accaparrarsi il sangue necessario alla propria proliferazione. L’angiogenesi è un momento importante per la crescita e la diffusione della massa tumorale.
«Con il nostro studio – afferma Jian-Wei Gu, uno degli autori – abbiamo dimostrato che l’ingestione frequente di Egcg può inibire in modo significativo la crescita del tumore al
seno. Siamo convinti che la nostra scoperta possa aiutare a trovare nuove terapie per la prevenzione e il trattamento di questa forma di cancro nelle donne».

Leggi Anche
Scrivi un commento