Ecco la sfida giusta per i fornai italiani. Chi meglio di loro in effetti potrebbe esprimere il senso del pane in poche strofe? E proprio questa grande capacità è richiesta dal
concorso “La poesia e il cibo”, alla sua seconda edizione, indetto dalla Volpe e L’Uva, in collaborazione con la casa editrice Sovera e con il Circolo Letterario Bel-Ami.

Il tema di quest’anno sarà il pane, ma le poesie per partecipare dovranno seguire dei canoni molto rigidi. Il concorso è aperto, infatti, solo agli haiku, (tipica composizione
giapponese composta da diciassette sillabe suddivise in tre versi di 5-7-5 sillabe) pressoché sconosciuti in Italia.

Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 30 giugno 2007 e la partecipazione è gratuita. Le sei poesie più belle, quelle che si avvicineranno di più alla
struttura dell’haiku orientale esprimendo al meglio l’essenza del pane, saranno pubblicate nel calendario 2008 edito dalla Volpe e l’Uva. Le composizioni dovranno essere dattiloscritte in
formato elettronico e inviate per email all’indirizzo: [email protected]. Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare
Javascript per vederlo . Il bando del concorso e le altre informazioni per partecipare sono disponibili presso il sito internet www.volpeuva.com.

www.fornaioamico.it