Un happy hour con prodotti biologici ha accolto la Goletta verde di Legambiente

Bologna, 4 luglio 2007 – La salvaguardia dell’ambiente e del mare si sposano perfettamente con l’agricoltura biologica, nel pieno rispetto della natura e della salute dell’uomo.

Un messaggio chiaro ed inequivocabile quello che giunge da Legambiente e Pro.B.E.R. (Associazione dei Produttori Biologici e Biodinamici dell’Emilia-Romagna) che ieri hanno unito le forze per
richiamare l’attenzione sulla necessità di una maggiore tutela dell’ambiente anche attraverso una più ampia diffusione dei consumi di prodotti biologici e tipici che rispettano il
territorio e favoriscono la conservazione delle tradizioni alimentari locali.

La conferenza stampa organizzata da Legambiente per accogliere la Goletta Verde è stata preceduta dall’incontro con amministratori, enti, associazioni della Costa Adriatica della Regione
Emilia Romagna per discutere i problemi, le idee e le possibili soluzioni per la difesa del mare e la gestione della costa allo scopo di diminuire l’impatto ambientale delle attività,
ridurre il consumo di risorse, applicare le linee guida del Piano Regionale di gestione della costa ed arrestare la crescita della cementificazione.

Durante la conferenza stampa sono stati resi noti i dati dei prelievi effettuati alla foce dei principali corsi d’acqua e sulle acque di balneazione della costa nelle province di Ravenna e
Ferrara.

In quest’ambito di promozione della salvaguardia ambientale, è stata presentata l’iniziativa Happy Bio, merende di frutta bio in spiaggia, offerte ai turisti in vacanza al mare.
L’iniziativa, che ha l’obiettivo di promuovere i prodotti provenienti da agricoltura biologica (rispettosa dell’ambiente perché esclude l’uso di prodotti chimici), rientra nel Progetto
BioBenessere, promosso da Pro.B.E.R. e cofinanziato dall’Unione Europea e da Agea.

L’evento di Marina di Ravenna è espressione del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Paolo Carnemolla, presidente di Pro.B.E.R. e Luigi Rambelli, presidente di Legambiente Turismo,
finalizzato alla diffusione dei metodi e delle tecniche biologiche nelle coltivazioni, nella produzione di alimenti e nella gestione del verde “non agricolo”.

Per sostenere questi obiettivi, al termine della conferenza stampa è stata organizzata una degustazione di frutta biologica di stagione.

Fra i presenti Giacinto de Renzi, Coordinatore Provinciale di Legambiente, Attilio Rinaldi, Presidente del Centro di Ricerche Marine, Luigi Rambelli, Presidente di Legambiente Emilia Romagna,
Massimo Becchi, Portavoce di Goletta Verde, Nicola Corona, Responsabile di Goletta Verde, Fausto Faggioli, Responsabile settore Turismo e Tempo Libero del Team BioBenessere.

Sempre all’interno del Progetto BioBenessere, nella stessa giornata di ieri è stata organizzata in serata anche un’altra iniziativa Happy Bio, presso l’Hotel Bengasi di Rimini, a cura
dalle Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC) che hanno offerto un’insolita merenda con tanta frutta di stagione rigorosamente biologica. L’obiettivo era proporre ai turisti un’alimentazione
più naturale utilizzando prodotti biologici, armonizzando così la vacanza in modo salutare alla terra dove ogni anno gran parte degli italiani trascorre le proprie vacanze.

In quest’ottica di offerta globale, la salubrità dell’aria marina unita a quella offerta da circa 40.000 ettari di Aree Forestali e Parchi rendono la Romagna una realtà unica e il
binomio mare-monti, o meglio iodio-ossigeno, risulta vincente. La merenda biologica all’Hotel Bengasi è stata anche un’occasione importante di riflessione sull’importanza ed il valore di
un’alimentazione biologica, buona e di stagione, legata strettamente ai ritmi della natura, a tutto vantaggio della salute e del benessere dei consumatori.

“La vacanza – sottolinea Francesca Faggioli, delle omonime fattorie – è sicuramente il momento ideale per avvicinarsi a formule e stili di vita che fanno star meglio e non a caso proprio
dalla Romagna, da sempre attenta alle esigenze dei turisti, nasce questa iniziativa che favorisce l’incontro tra produttori e consumatori, valorizzando i sapori e la cultura del mondo rurale”.

Tra i prossimi eventi in programma, venerdì 6 luglio si terrà un’altra iniziativa Happy Bio al Circolo Velico di Rimini (Via Destra del Porto, 147/A) – ore 10.00 – anche in questo
caso in occasione della conferenza stampa di Legambiente per l’attracco della Goletta Verde al porto di Rimini.

Goletta Verde è la campagna estiva di Legambiente di informazione e sensibilizzazione sullo stato di salute del nostro mare. Dal 1986 ad oggi, ogni estate, il battello ambientalista
compie il periplo delle coste italiane prelevando e analizzando circa 500 campioni d’acqua ed eseguendo su ognuno le analisi previste dalla legge. La Goletta promuove e valorizza il ruolo
fondamentale che le Aree Protette svolgono in difesa del delicato ecosistema marino. L’amore e il rispetto per una delle risorse più importanti per la vita del pianeta Terra e per
l’economia del nostro Paese, insieme alla collaborazione di tutti i cittadini che segnalano all’imbarcazione i vari abusi perpetrati ai danni del mare, animano da vent’anni le vele della
Goletta Verde: un riferimento per tutti gli amanti del mare. Stimola cittadini ed istituzioni al rispetto dell’ambiente marino disincentivando l’indiscriminato prelievo da parte dei turisti di
organismi a rischio d’estinzione come stelle e cavallucci marini e denunciando il consumo illegale dei datteri di mare. Oltre a diffondere in tempo reale i risultati delle analisi dei luoghi
visitati, Goletta Verde propone in ogni sua tappa incontri, manifestazioni, per evidenziare tutta la complessità dei temi legati al mare: dalle attività di pesca alle
attività turistiche, dalla nautica al cabotaggio, dalla cementificazione selvaggia delle coste alla loro erosione.

Related Posts
Leave a reply