L’A.I.I.P.A. (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari) in collaborazione con Alimpresa (Società di servizi AIIPA – ANCIT) ha presentato il secondo ciclo del corso di alta
formazione in diritto alimentare, che ha registrato grande successo nella sua prima edizione ad Ottobre 2006.
L’iniziativa, nata dalla constatazione dell’estrema necessità per chi opera nel settore alimentare di conoscere e padroneggiare gli istituti giuridici “di base” del diritto alimentare,
vede quest’anno per la prima volta l’apertura delle leizioni ai neolaureati delle facoltà di giurisprudenza, tecnologie alimentari, ingegneria, biologia, veterinaria e chimica,
che potranno contare anche su di uno stage finale di perfezionamento in azienda della durata di sei mesi. La scelta è infatti stata determinata dalla constatazione della
pressoché totale assenza nelle università italiane di una materia così importante, che riguarda uno dei comparti produttivi di maggior rilevanza dell’economia
nazionale.
Naturalmente accanto agli allievi più giovani siederanno “fra i banchi” anche funzionari pubblici e dipendenti delle aziende che desiderino migliorare le proprie conoscenze acquisendo il
know-how necessario a comprendere e maneggiare con disinvoltura le norme italiane e comunitarie e la giurisprudenza sugli alimenti.
La struttura di base delle lezioni vedrà impegnati due docenti per ciascuna giornata, scelti fra magistrati, avvocati, professori universitari e funzionari pubblici esperti della
materia. Le nozioni teoriche verranno abbinate ai casi pratici, per offrire la maggior concretezza possibile al corso.

Questo il programma delle lezioni: 
Inizio e durata del corso: maggio – giugno 2007.
Stages finali in azienda : Luglio – Dicembre 2007.

1° LEZIONE: DIRITTO ALIMENTARE COMUNITARIO. PARTE ISTITUZIONALE.
Docenti: Prof. Giuseppe Coscia, facoltà di Giurisprudenza, Università del Piemonte Orientale
Prof.ssa Ornella Porchia, facoltà di Giurisprudenza, Università di Torino.

Data: lunedì 7 maggio 2007, 9, 30 – 13,30.

Il quadro istituzionale della Comunità europea.
Il sistema giudiziario comunitario. La giurisdizione contenziosa e non contenziosa.
Le sentenze del Tribunale di primo grado e della Corte di giustizia CE.
Il riparto di competenze in materia alimentare.
Il procedimento di formazione delle norme ed approfondimenti sulle principali fonti di interesse per il settore alimentare: direttive, regolamenti, decisioni, raccomandazioni.
L’interazione della normativa comunitaria e di quella interna (prevalenza. Principi e criteri di soluzione delle antinomie).
Recepimento delle norme comunitarie in Italia.
Aspetti problematici. Il caso dei regolamenti che abrogano direttive precedenti, recepite da norme interne formalmente ancora in vigore.
La libera circolazione delle merci ed il mercato unico europeo.

2° LEZIONE: DIRITTO ALIMENTARE COMUNITARIO. PARTE SPECIALE.
Docenti: Prof. Giuseppe Coscia, facoltà di Giurisprudenza, Università del Piemonte Orientale Prof. Paolo Borghi, facoltà di giurisprudenza, Università di
Ferrara.

Data: lunedì 14 maggio 2007, 9,30 – 13,30

La normativa alimentare generale nella Comunità europea. Il regolamento 178/02 CE ed i principi cardine che governano la materia.
Il concetto di sicurezza alimentare e la definizione di “alimento”.
La rintracciabilità. Gli obblighi di ritiro prodotto e di comunicazione del rischio. Il coordinamento con l’Autorità pubblica di controllo.
Il sistema di allerta europeo: funzionamento e riflessi sulla responsabilità civile e penale dell’importatore/produttore/distributore di alimenti. Sanzioni per la mancata attuazione
degli obblighi di sicurezza alimentare nel d.lgs. 190/06.
L’Autorità europea per la Sicurezza Alimentare.
Le O.C.M.

3° LEZIONE: L’IGIENE DEGLI ALIMENTI.
Docenti: Dott. Stefano Bentley, facoltà di Medicina Veterinaria, Università di Parma Dott. Gaetano Liuzzo, ASL Modena.
Data: lunedì 21 Maggio 2007, 9,30 – 13,30.

Il “pacchetto igiene” e la sua applicazione nelle diverse filiere produttive.
I contaminanti organici ed inorganici. Coordinamento normativo.
Concetto di analisi del rischio e sue applicazioni.
I presupposti per l’esercizio dell’attività: dalle “autorizzazioni sanitarie” alla DIA.

4° LEZIONE: IL CONTROLLO UFFICIALE.
Docenti: un funzionario pubblico ASL (da definire) Avv. Luca Gastini, Studio legale Gastini Simonelli Marelli & Strozzi, Alessandria.
Data: Lunedì 28 maggio, 9,30 – 13,30.

I regg. 854/04 CE e 882/04 CE e le loro modifiche.
La normativa interna sul controllo ufficiale: soggetti ed architettura istituzionale.
L’organizzazione interna delle ASL per il controllo ufficiale ed il coordinamento con gli altri soggetti incaricati dei controlli.
Laboratori ufficiali ed Istituti Zooprofilattici.
L’Istituto Superiore di Sanità e le sue funzioni.
Funzioni: modalità di esecuzione del controllo ufficiale, campionamento ed analisi.
L’istituto delle analisi di revisione.
Le garanzie difensive in sede di controllo ufficiale.
Il sequestro delle derrate alimentari: sequestro amministrativo e sequestro penale. La comunicazione della notizia di reato.

5° LEZIONE: IL DIRITTO PENALE DEGLI ALIMENTI. NOZIONI GENERALI.
Docenti: Avvocato Luca Gastini, studio legale Gastini, Simonelli, Marelli & Strozzi; Avvocato Vito Rubino, studio legale Gastini,
Simonelli Marelli & Strozzi.

Data: lunedì 4 Giugno 2007, 9,30 – 13,30.

Nozione di diritto penale.
La frammentarietà ed i principi costituzionali che lo governano.
Delitti e contravvenzioni.
Concetto di reato come fatto tipico, antigiuridico, colpevole. La tipicità. L’antigiuridicità. La colpevolezza.
Esemplificazioni nel settore alimentare.

6° LEZIONE: IL DIRITTO PENALE DEGLI ALIMENTI. APPROFONDIMENTI.
Docenti: Dott. Vincenzo Pacileo, sostituto procuratore, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino.
Data: lunedì 11 Giugno 2007, 15,00 – 17,30.

I singoli reati alimentari.
I principali delitti previsti dal codice penale e le principali contravvenzioni previste dalla legislazione speciale.
Casistica ed evoluzione giurisprudenziale.

7° LEZIONE: L’ETICHETTATURA E LA PUBBLICITA’ DEGLI ALIMENTI.
Docenti: ITA – ISTITUTO TECNOLOGIE AVANZATE, Tortona (AL); Funzionari AIIPA (Dott.ssa Peron, Dott.ssa Paonessa).
Data: lunedì 18 giugno 2007, 9,30 – 13,30.

Nozioni generali e quadro normativo.
Concetto di etichettatura.
Requisiti obbligatori. Elementi volontari.
Denominazione e presentazione del prodotto.
Concetto di Pubblicità ed ingannevolezza secondo le recenti innovazioni nazionali (codice del consumatore) e comunitarie (dir. 2005/29 CE).

8° LEZIONE: L’ETICHETTATURA E LA PUBBLICITA’ DEGLI ALIMENTI.
Docenti: ITA – ISTITUTO TECNOLOGIE AVANZATE, Tortona (AL); Funzionari AIIPA (Dott.ssa Peron, Dott.ssa Paonessa).
Data: lunedì 25 Giugno 2007, 9,30 – 13,30.

Claims nutrizionali e salutistici.
Approfondimenti e casistica per singoli settori merceologici.

9° LEZIONE: LE SANZIONI AMMINISTRATIVE.
Docenti: Avv. Vito Rubino, Studio legale Gastini, Simonelli, Marelli & Strozzi, Alessandria.
Data: lunedì 2 luglio 2007, 9,30 – 13,30.

Concetto di depenalizzazione e principali normative sulla depenalizzazione dei reati alimentari.
L. 689/81 e principi generali.
Le fasi del procedimento sanzionatorio. Gli scritti difensivi. L’impugnazione delle sanzioni.

10° LEZIONE: LA NORMATIVA ALIMENTARE VERTICALE: ACCENNI. (OPZIONALE)
Docenti: dott.ssa F. Peron, AIIPA. Prof. Paolo Borghi, facoltà di Giurisprudenza, Università di Ferrara.
Data: lunedì 9 luglio 2007, ore 9,30 – 13,30.

Le principali disposizioni verticali in materia di alimenti: additivi, coloranti ed aromi.
OGM, biologico e prodotti tipici. Prodotti destinati ad una alimentazione particolare.

Per maggiori informazioni sui corsi o per segnalare la disponibilità della propria azienda ad ospitare uno o più stagisti per il tirocinio finale è possibile contattare
Alimpresa via web, all’indirizzo www.alimpresa.it, o telefonicamente al numero 02.29000599 (sig.ra Milena
Coccoli).