Un Osservatorio per focalizzare le problematiche del consumo, ed assumere provvedimenti finalizzati a semplificare, comunicare e migliorare il rapporto dei cittadini con il mercato e le
istituzioni. È il progetto lanciato dagli assessori regionali Mario Michelangeli e Francesco De Angelis nel corso della Prima Manifestazione dedicata al Consumo Critico, in corso presso
la struttura allestita dall’Assessorato alla tutela dei consumatori in piazza dei Cinquecento, alla Stazione Termini.

«La Regione – ha spiegato l’Assessore alla tutela dei consumatori Mario Michelangeli – ha promosso una rete di settanta sportelli, in collaborazione con le cinque
Province laziali, dislocate nelle zone in cui sono state rilevate maggiori problematiche rispetto alla tutela dei diritti dei consumatori. L’obiettivo è fare chiarezza, dare
risposte efficaci e veloci su dubbi e questioni sollevati dai cittadini rispetto alla sanità, del commercio, del credito ed anche alla luce delle recenti liberalizzazioni in diversi
campi varate dal Governo».

Il progetto è stato accolto e rilanciato dall’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis, che ha sostenuto l’importanza di
«mettere in rete commercianti e consumatori, aprendo una finestra di dialogo sulle problematiche maggiormente ricorrenti, a cominciare dai prezzi al consumo».

A tale scopo De Angelis ha sottolineato come l’Osservatorio del commercio della Regione «si accinge a promuovere una analisi dei prezzi dei prodotti ortofrutticoli praticati nei
mercati rionali, allo scopo di valutare tendenze, differenze a livello territoriale ed eventuali problematiche nella formazione del prezzo a livello di filiera».

L’Osservatorio entrerà in sinergia con gli sportelli per i consumatori per divulgare il più possibile le informazioni, consentendo così ai consumatori di orientare le
scelte di spesa. «La comunicazione, ha spiegato Michelangeli, è lo strumento fondamentale per rendere consapevoli i consumatori, per dare loro modo di valutare, conoscere la
realtà e quindi scegliere. In questo, un grande aiuto è fornito dalle associazioni dei consumatori, che negli anni hanno lanciato importanti e meritevoli battaglie per la difesa
dei consumatori, lavorando anche alla creazione di una coscienza del consumatore».

L’Assessore De Angelis si è soffermato anche sulla recente legge riguardante le attività di somministrazione, che, tra l’altro, ha eliminato la voce “pane e
coperto”, stabilendo norme per la chiara indicazione dei prezzi. «Una legge che, come per la riforma dei saldi su cui stiamo lavorando, ha concluso l’Assessore, è nata
grazie al determinante ed utile apporto fornito dalle associazioni dei consumatori».

www.regione.lazio.it