Uno studio biotecnologico sullo sviluppo della flora batterica intestinale

I ricercatori della Stanford University School of Medicine (Usa) hanno concluso il più vasto studio mai realizzato, i cui risultati saranno pubblicati su Public Library of
Science-Biology di luglio, sulle modalità con le quali la flora batterica si stabilisce nell’intestino di un neonato a partire da un ambiente praticamente sterile.

I bambini alla nascita hanno un intestino che si deve totalmente sviluppare per arrivare al complesso ecosistema perfettamente funzionante che si trova nell’adulto. Patrick Brown, coordinatore
della ricerca, ha studiato campioni fecali di 14 bambini sani durante il loro primo anno di vita, arrivando a scoprire che ogni bambino ha una diversa colonizzazione del proprio intestino nelle
diverse fasi di vita. I ricercatori hanno notato che dopo il caos dei primi mesi di vita, l’intestino ha una composizione unica e ospita popolazioni dinamiche e complesse di microbi.

L’intestino è un ambiente che si evolve velocemente e si è cercato di comprendere quali fattori influenzano tali cambiamenti. Poiché nello studio sono stati valutati anche
i profili microbici di fratelli gemelli e questi risultavano essere piuttosto simili, si è pensato che anche fattori genetici potessero influenzare il tipo di colonizzazione. Purtroppo
ad oggi è stato possibile identificare solo poco più della metà del totale degli organismi che si trovano nel tratto intestinale, ma i ricercatori hanno intenzione di
continuare le loro ricerche.

www.assobiotec.it

Related Posts
Leave a reply