Roma, 4 Luglio 2007 – La Giunta regionale del Lazio, ha approvato, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Massimo Pompili, la variante generale al Prg del Comune di Lanuvio (RM).
Adottato dall’ente locale nel 1997 il nuovo strumento urbanistico viene approvato insieme ad una successiva variante per le zone agricole, per l’adeguamento a quanto previsto dalla legge
regionale 38/99. “Dopo 33 anni il Comune di Lanuvio vede oggi completamente rinnovato e aggiornato il proprio Piano regolatore che risaliva al 1974 – ha spiegato l’assessore Pompili – Tra i
principali ambiti di sviluppo di tutela e sviluppo del territorio: la salvaguardia e la valorizzazione del centro storico”.

È prevista la dotazione di servizi e il miglioramento dell’accessibilità alla parte antica; per il sistema ambientale, sarà dato adeguato spazio alla valorizzazione della
vocazione agricola. In particolare, la perimetrazione dei villaggetti agricoli di Strangonello, Malcavallo e Monte Giove consentirà il risanamento e la riqualificazione di tali zone.
Sulle vie Nettunense, Lanuviense e in località Pascolaro sono state individuate le aree per lo sviluppo del settore dell’industria leggera, del commercio e della direzionalità.
Occasione di riqualificazione e di identificazione urbanistica per il nucleo abitato di Pascolaro, tali zone configurano una politica di sviluppo produttivo di tipo intercomunale. Inoltre, in
tema di viabilità è previsto il miglioramento del collegamento con i Castelli Romani, attualmente garantito da un’unica arteria la Laviniense. A tale proposito il nuovo Prg
prevede l’ampliamento delle vie esistenti e la costruzione di una nuova strada.

www.regione.lazio.it