Arriva l’autunno e non si può fare a meno di parlarne: sì, perché l’uva è un alimento davvero versatile e pieno di virtù, quali? Scopriamolo insieme, molto
dissetante e di facile digeribilità, è ricca di vitamine e sali minerali, è rinfrescante, depurativa, energetica, diuretica e anche lassativa.

Non per niente esiste una vera e propria dieta dell’uva, che prevede il consumo esclusivo di questo frutto per alcuni giorni; senza arrivare a tanto, però, sappiate che ad esempio uva e
pane potrebbero essere un’accoppiata giusta per un pasto unico e nutriente. pure, si può semplicemente inserire l’uva begli spuntini per fare un pieno delle sue sostanze benefiche.

Cosa contiene – Le principali ‘virtù’? Si chiamano antocianine, resveratrolo, quercetina, vitamina C.
? Le antocianine e il resveratrolo, che si trovano soprattutto nell’uva nera (e nel vino rosso), sono sostanze con un alto potere antinfiammatorio e antiossidante, utilissime quindi per
contrastare le malattie degenerative e infiammatorie croniche, come artrite e artrosi. Vere alleate del sistema cardiocircolatorio, proteggono le pareti dei vasi sanguigni, ostacolano
l’aggregazione delle piastrine nel sangue (cosa che potrebbe provocare arteriosclerosi, ictus e infarto) e sono utili nei casi di fragilità capillare, gengive sanguinanti e vene
varicose. L’azione antiossidante, in più, fa bene alla pelle, poiché contribuisce a combattere i danni dei radicali liberi.
? La quercetina (presente, oltre che nell’uva, nelle cipolle rosse), ha proprietà antiossidanti, antibatteriche, antifungine e antivirali, in più fa aumentare il colesterolo buono
HDL, impedendo al tempo stesso l’ossidazione di quello cattivo LDL.
? La vitamina C rinforza le ossa e le pareti dei capillari, potenzia le difese immunitarie, svolge azione anti-radicalica e partecipa alla formazione del collagene. Il suo unico difetto
è che si tratta di una vitamina molto delicata, che con la luce, il calore e il tempo si perde.