«Condivido ed apprezzo il messaggio del governatore Draghi». Il presidente di Confagricoltura Federico Vecchioni ha commentato così le “considerazioni finali” in
occasione dell’Assemblea della Banca d’Italia.

«Come anche emerso dalla nostra Assemblea annuale – ha proseguito Vecchioni – rimuovere i vincoli per il sistema paese si può. E questa è la condizione essenziale per
favorire la crescita, tenendo sempre chiara, però, la distinzione dei ruoli tra imprese, politica ed istituzioni».

Condivisibili anche le considerazioni sull’extra gettito, dovuto essenzialmente all’eccessivo incremento della pressione fiscale. “Le maggiori disponibilità devono
essere utilizzate per ridurre il debito pubblico; ma dopo non dobbiamo dimenticare i maggiori oneri che gravano sulle imprese, particolarmente in campo previdenziale”.

Di particolare interesse, infine, il passaggio sul ricambio generazionale come fattore positivo per la crescita e la competitività.

«E’ un’indicazione che vale per tutti, istituzioni, politica e ‘corpi intermedi’», ha concluso il presidente di Confagricoltura.

“Anche per le nostre realtà, per le quali, come ha dimostrato la recente indagine Confagricoltura-Censis, già registriamo una positiva tendenza al rinnovamento nelle imprese
che si affermano sui mercati.”

www.confagricoltura.it