Oltre cento panificatori hanno partecipato, il 23 maggio scorso, al seminario sulla “Sicurezza nelle imprese di panificazione”, organizzato dall’associazione provinciale di Venezia, presso
l’Hotel Holiday Inn della città lagunare.
“Non ci aspettavamo una simile partecipazione”, commenta il presidente Massimo Gorghetto, “visti gli eterni problemi di traffico sulla Tangenziale di Mestre, della partita del Milan e anche
dell’apertura della stagione balneare, che interessa il 50% delle imprese del territorio. Invece… E’ stato un modo diverso di vivere la “Festa del Pane”, ma non meno importante per la
categoria e per i consumatori”.
Ai lavori ha presenziato anche il presidente dell’Unione regionale panificatori del Veneto, Luca Vecchiato.
Le relazioni sul tema sono state svolte dall’arch. Domenico Simone, direttore dell’Ente Bilaterale Turismo di Venezia, tecnico e docente della Sicurezza; dal dott. Domenico Bagaccin, tecnico
della sicurezza, specializzato nelle tematiche dell’igiene(HACCP); dal segretario dell’Associazione provinciale panificatori, geom. Marco Zelco, responsabile tecnico del “Progetto
Qualità in Panificazione” e docente della Sicurezza. I lavori sono stati conclusi del dott. Giancarlo Magarotto, medico del Lavoro e direttore dello SPISAL/ULSS 12 di Venezia.

“Scopo di questa iniziativa”, sottolinea Massimo Gorghetto, “era la promozione della corretta gestione della sicurezza e dell’igiene aziendale e la presentazione ufficiale alla categoria del
“Progetto Qualità in Panificazione”. Posso dire, con soddisfazione, che abbiamo centrato gli obiettivi, poiché ho verificato direttamente la soddisfazione e l’interesse dei
colleghi. Merito soprattutto dei relatori Simone e Bagaccin, del nostro segretario Zelco, che hanno saputo illustrare bene e con chiarezza come si deve intendere e come si può rendere
efficace la normativa vigente in tema di gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Marco Zelco, in particolare, ha illustrato le linee-guida del progetto della “Qualità” e la sua valenza, sia all’interno della categoria sia nei confronti dei consumatori.

“Questa iniziativa”, ha ricordatoli segretario dell’associazione, “è stata concepita per garantire alle imprese aderenti una completa e compiuta assistenza tecnico-gestionale in
riferimento agli adempimenti legislativi e mirata all’istituzione di un Sistema di gestione della sicurezza, certificato dal Progetto”.

Alle imprese aderenti, che si impegnano anche formalmente, nel percorso di qualità aziendale, controllato e certificato dall’associazione, sarà concesso l’uso dello speciale
marchio che sarà adeguatamente promosso e pubblicizzato, con i mezzi più idonei, presso i consumatori.

Il Presidente dell’Unione regionale panificatori del Veneto, Luca Vecchiato, ha espresso soddisfazione per l’iniziativa che, ha detto, “va nella direzione giusta di una qualificazione totale
del settore”, il quale ha importanti margini di sviluppo che possono essere garantiti da adeguate capacità imprenditoriali.

Aprendo l’intervento conclusivo dei lavori, il dott. Magarotto si è dichiarato cliente abituale del panificio artigianale, auspicando che il ruolo e la funzione della categoria continui
a lungo nel tempo. Magarotto si è poi detto d’accordo sul “Progetto Qualità” e sul ruolo dell’associazione, sottolineando come una azienda di successo, oggi, non possa prescindere
da un sistema di gestione della sicurezza. L’attività di vigilanza del Servizio, ha sottolineato il direttore dello SPISAL, mira proprio a verificare questo aspetto, piuttosto che il
rispetto di formalità burocratiche, che non sono per se stesse garanti di una corretta ed efficace pratica aziendale.

Pur riconoscendo che il settore, in linea di massima, non è sottoposto all’obbligo della sorveglianza sanitaria, anche se è consigliabile verificare il rischio chimico (polveri di
farine), il dott. Magarotto ha suggerito di prevedere comunque un piano sanitario, ad adesione volontaria, mirato alla prevenzione e tutela degli addetti.

Chiudendo i lavori, il segretario Zelco ha informato i presenti che il “Progetto Qualità” diventerà operativo dal 1° settembre 2007 e che l’associazione è a
disposizione per la raccolta delle adesioni e fornire tutte le opportune informazioni tecniche, operative ed economiche.

www.fornaioamico.it