Vercelli: Lo spettacolo “L'eredità del Tibet” offre un momento di riflessione e sensibilizzazione nei confronti dei popoli oppressi

 

Vercelli – La questione tibetana diventa argomento e momento di riflessione che l’Assessorato alle Politiche per l’Immigrazione della Provincia di Vercelli vuole affrontare
attraverso lo spettacolo “L’Eredità del Tibet”, in programma il 29 gennaio all’Area 24. 

Questo il messaggio dell’Assessore Roberto Saviolo per l’iniziativa a forti contenuti solidali: “Il senso di civiltà dei cittadini dovrebbe insegnare a ciascuno di noi il
rispetto per la persona umana. Ho ritenuto di sostenere questa iniziativa per mantenere alta l’attenzione nei confronti dei popoli oppressi, particolarmente quando sono colpiti i
bambini, non solamente quando le barbarie trovano visibilità attraverso i media.

Chi ha responsabilità politiche e istituzionali deve acquisire questo concetto di umanità universale come dovere e missione” Giovedi 29 gennaio gli spettacoli live
all’Area 24 aprono ad un’iniziativa che avrà come filo conduttore l’ affascinante cultura della tradizione millenaria del Tibet. Prosegue l’Assessore Saviolo: “Cercheremo di
farci sentire vicini al popolo tibetano, ai suoi monaci, monache e monaci bambini, in questi momenti di tragedia e di gravi difficoltà anche economiche”.

Ricordiamo che sarà presente all’evento Lama Geshe Lodoe Gyatso.

 

Related Posts
Leave a reply