Vini d’Alsazia 2008: una grande conferma

Vini d’Alsazia 2008: una grande conferma

Se il 2008 sembra un anno difficile da classificare, tutti i professionisti della regione Alsazia si dicono molto soddisfatti della qualità dei vini prodotti.

Le particolarità che contraddistinguono i vini alsaziani di quest’annata sono:

– Freschezza

– Note fruttate decisamente marcate

– Stato sanitario più che soddisfacente

Insomma, una serie di caratteristiche che contribuiscono a rendere ancora più importante il 2008!

Tuttavia all’inizio della stagione l’ottimismo non è stato un sentimento condiviso: le condizioni climatiche e di conseguenza l’evoluzione di maturità dei frutti sono stati molto
particolari. In effetti, il ciclo della vite nel 2008 può essere paragonato a quello delle annate classiche, anteriori al 2000.

Le condizioni climatiche instabili e fredde dell’inverno e in particolare del mese di aprile hanno provocato uno slittamento importante tra i settori precoci e quelli tardivi, conducendo a una
germogliazione che ha caratterizzato gli ultimi giorni di aprile, ossia una decina di giorni dopo la data abituale. Il mese di maggio particolarmente caldo ha favorito lo sviluppo della
vegetazione, cancellando una parte di questo ritardo. La fioritura è stata rilevata intorno al 15 giugno ed è continuata sui successivi 15 giorni a causa delle condizioni
climatiche umide e fresche di questo mese. Questo fattore ha contribuito ad accentuare ancora di più la dilatazione tra le zone precoci e tardive, creando dei focolai importanti di
peronospora.

L’estate è stata caratterizzata da periodi umidi e caldi alternati a temporali localizzati e spesso violenti. Tuttavia la temperatura non è mai stata canicolare, una condizione
ideale per preservare sia gli aromi che l’acidità.

Il Comitato Regionale degli Esperti di Vini d’Alsazia (CRINAO) ha fissato le seguenti date d’apertura delle vendemmie 2008 :

•             Per AOC Crémant d’Alsace, lunedì 15 settembre

•             Per AOC Alsace e per AOC Alsace Grand Cru, giovedì 25 settembre

•             Per le denominazioni Vendemmia Tardiva e Selezione di Uve Nobili, giovedì 9 ottobre

Tenendo conto di una certa omogeneità sia a livello di maturità sia a livello di stato sanitario (si trattava di contenere il vigore della vite nel 2008), i professionisti hanno
fatto rientrare rapidamente l’uva prodotta sui terroirs più precoci.

La prima quindicina del mese di settembre è stata piuttosto umida con precipitazioni particolarmente importanti il 13 settembre. Fortunatamente, a partire dall’indomani temperature
fresche hanno caratterizzato il clima, sole e vento hanno permesso di seccare i grappoli evitando così lo sviluppo importante del marciume. Le vendemmie si sono dilungate sul periodo al
fine di beneficiare delle condizioni climatiche ottimali (tempo secco e soleggiato).

I Crémant d’Alsace fanno parte di un grande successo, associato alla finezza e alla franchezza pari a un livello eccezionale. I Gewurztraminer sono ugualmente superbi nel 2008. Piccoli
rendimenti e livello di freschezza per questo vigneto hanno permesso di elaborare alcuni vini di una purezza e di una tipicità aromatica inestimabile. I Sylvaner e Pinot Blanc sono
schietti e franchi. I Muscat sono molto croccanti, ma le forti colature della vite di Muscat Ottonel hanno contribuito a limitarne in modo marcato il rendimento. I Riesling hanno avuto delle
maturazioni molto lunghe, ma si possono vantare qualità eccezionali dei vini prodotti nei Grands Crus. I Pinot Noir hanno largamente beneficiato della precedente stagione soleggiata,
associando colore e note fruttate. Lo stato sanitario del Pinot Gris è stato variabile a seconda delle zone ma, contrariamente al 2007, questo vino non presenta delle note di maturazione
eccessiva, al contrario si caratterizza per elementi fruttati, fumé e perfettamente equilibrati.

Le condizioni climatiche eccezionali del mese di ottobre hanno permesso l’elaborazione di numerosi lotti di Vendemmia Tardiva e a seguire di Sélections de Grains Nobles.

Siamo quindi in presenza di una grande annata – capofila!

Dal punto di vista quantitativo, la produzione globale è di 1 131 443 hl, in diminuzione di 1,8% rispetto al 2007 ( 882 668 hl per le AOC Alsace e Alsace Grand Cru e 248 775 hl per l’AOC
Crémant d’Alsace ).

Dal punto di vista commerciale l’anno 2008 si è concluso con un volume globale commercializzato di 1 130 000 hl, in leggera progressione ( 0,7% ) rispetto al 2007 ( 1,4 % in Francia e –
1,5% all’export ), di cui 223 000 hl  di Crémant d’Alsace ( questa ultima AOC si caratterizza per una progressione di 4,8 % in Francia e di 14,3 % all’export! )

Related Posts
Leave a reply