Vinitaly: Carpenè Malvolti festeggia il 140° anniversario della Scuola Enologica di Conegliano

Vinitaly: Carpenè Malvolti festeggia il 140° anniversario della Scuola Enologica di Conegliano

Sarà il Vinitaly delle celebrazioni storiche, quello che andrà in scena dal 10 al 13 Aprile a Verona: nell’edizione del cinquantesimo della Fiera Internazionale, Carpenè Malvolti – Padiglione 5 Stand B5 – renderà omaggio, lunedì 11 Aprile alle ore 11, alla Spumantistica Italiana festeggiando il 140° anniversario della Scuola Enologica di Conegliano, uno dei più importanti punti di riferimento per la formazione in campo enologico a livello nazionale.

E lo fa ospitando in anteprima la presentazione del progetto di ricerca, condotto dagli Studenti della stessa Scuola Enologica e della Fondazione ITS, dedicato alla produzione del Metodo Champenois alla fine dell’Ottocento, oggi Metodo Classico, con l’intento di approfondire scientificamente la conoscenza delle proprie radici culturali ed altresì stigmatizzare l’importanza di condividere la storia per determinarne il futuro.

Lo fa in un evento internazionale come Vinitaly, anticipando i temi del progetto che sarà esplicitato nella sua forma integrale dagli Studenti di tutti gli Istituti,  in occasione dei festeggiamenti che si terranno a Conegliano, eletta per il 2016 Città Europea del Vino, dal 12 al 14 Maggio alla Scuola Enologica G.B. Cerletti.

Tutto nasce, proseguendo nel solco della storia della Famiglia Carpenè, dalla volontà di Rosanna Carpenè – Presidente della Fondazione e Quinta Generazione della Famiglia  più longeva della Spumantistica Italiana – di accompagnare e sostenere gli Studenti  in un percorso di formazione sempre più sinergico con il mondo delle Imprese, attraverso il continuo approfondimento della cultura enologica e vitivinicola.

“Vinitaly per Carpenè Malvolti e per il mondo del vino in generale rappresenta un punto di incontro e di riferimento strategico sia a livello nazionale che internazionale – commenta Rosanna Carpenè – e di conseguenza il luogo ideale per dare il via ai festeggiamenti dedicati ai 140 anni della Scuola Enologica di Conegliano voluta dal mio trisavolo Antonio nel 1876. Desideriamo testimoniare – continua Rosanna –  il forte legame che da sempre unisce la mia Famiglia a questa prestigiosa entità culturale e formativa. Il coinvolgimento degli Studenti in siffatto storico evento, testimonia inoltre l’impegno etico e la responsabilità storica con cui desidero caratterizzare il mio contributo all’Impresa di Famiglia.”

In particolare in occasione di Vinitaly sarà presentato in anteprima il progetto di ricerca incentrato su quel periodo storico che per l’Italia, e parimenti per la Francia e la Germania, ha rappresentato il primo momento di forte espansione dell’interesse verso la cultura enologica. Progetto condiviso dalla Fondazione ITS e dalla Scuola Enologica con altri tre storici Istituti Europei, la Fondazione Edmund Mach – già Imperial Regia Scuola di Agraria di San Michele all’Adige fondata nel 1874, allora sotto il controllo austriaco –  l’Istituto Superiore di Agricoltura di Geisenheim (Germania) fondato nel 1872 e l’Ecole Impériale d’Agriculture de la Saulsaie che nel 1870 si trasferisce a Montpellier (Francia) per divenire il rinomato  ’Institut Supérieur de la Vigne et du Vin’. Tutti Istituti di riferimento che hanno significativamente contribuito alla crescita culturale dell’intero settore a livello mondiale.

“Il traguardo di 140 anni del nostro Istituto – dichiara Damiana Tervilli,  Preside del Cerletti e Direttore dell’ITS di Conegliano – ci riempie di orgoglio, peraltro proprio in questo stesso tempo in cui la Fondazione ITS di Conegliano ha ottenuto un prestigioso riconoscimento, classificandosi nell’ambito della premialità tra i 67 ITS nazionali ed unici del comparto Agrolimentare, nel monitoraggio svolto dall’INDIRE, su commissione del Ministero dell’Istruzione.  Avviare le celebrazioni a Vinitaly, ospiti della Carpenè Malvolti che è da sempre a fianco del nostro Istituto, dimostra l’imprenscindibile opportunità che genera la collaborazione tra Scuola ed Impresa. Inoltre, l’aver coinvolto nel progetto di ricerca gli altri Istituti Europei che hanno fatto la storia della cultura enologica negli ultimi due secoli,  ha una importanza strategica per i nostri Studenti, che vivono ogni giorno in un mondo sempre più globale.”

Carpenè Malvolti si presenta altresì al 50° Vinitaly con importanti novità, tra le quali c’è sicuramente da annoverare la presentazione di una rivisitazione storica del Millesimato Metodo Classico, coerente con la filosofia aziendale ed ispirato a quello stesso concepito da Antonio Carpenè alla fine del XIX secolo, tracciando cosi le basi della moderna spumantizzazione in Italia.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento