Vino: Doppio successo per le nuove annate Ceretto e Terroirs

Vino: Doppio successo per le nuove annate Ceretto e Terroirs

Torino – Dalla Tenuta Monsordo Bernardina di Alba a location prestigiose a Roma e a Milano: trasferta nella capitale e nella città meneghina per le
anteprime delle nuove annate Ceretto e Terroirs, con atmosfere e momenti di gusto davvero unici.

A Roma, lunedì 9 maggio, la Terrazza dell’Hotel Rome Cavalieri Hilton ha ospitato la prima presentazione con degustazioni delle anteprime dei vini Ceretto e dei Terroirs, produttori
stranieri i cui vini le cantine Ceretto promuovono e distribuiscono.

L’appuntamento milanese si è svolto nella cornice straordinaria del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, lungo i portici che costeggiano il chiostro. Un trionfo di
presenze in entrambe le occasioni, con una notevole presenza di clienti (ristoratori, enoteche, hotel), agenti che collaborano con l’azienda da anni, oltre ovviamente ad ospiti italiani e
stranieri e giornalisti.

A rendere ancora più intenso il clima di celebrazione e amore per il vino, ha contribuito la partecipazione di 13 dei 31 produttori stranieri che hanno così potuto raccontare
direttamente i segreti e le particolarità delle loro pregiatissimi etichette.

In anteprima lo Champagne Salon, uno dei vini più importanti nell’importazione Terroirs con la nuova ambitissima annata, il 1999, la 38a prodotta
da quando questa maison è stata fondata. Un gioiello da sorseggiare raro come le sue circa 50.000 bottiglie da centellinare per molti anni in attesa della successiva preziosa annata.

Delle prestigiose cantine di Borgogna è stata presentata l’annata 2009, definita straordinaria e spettacolare per i vini della regione francese e, tra i produttori più di spicco,
erano presenti il Domaine Jacques Prieur e la Maison Etienne Sauzet. Il Domaine Billard-Gonnet di Pommard in Borgogna è un’anteprima assoluta
ovvero una nuova cantina che entra a far parte della nutrita carta dei vini Terroirs Ceretto.

Ceretto invece presenta il re e il principe dei suoi vini nelle nuove annate: i 3 Barolo Bricco Rocche 2007 e i 2 Barbaresco Bricco Asili 2008 e coglie
l’occasione delle anteprime per annunciare una novità che riguarda il Torrone Relanghe.

L’Azienda Relanghe è per il primo anno di totale proprietà della famiglia Ceretto e rappresenta il nuovo progetto di qualità che vede l’azienda capofila di una filiera
produttiva le cui caratteristiche provengono dalla ricchezza della terra piemontese e dalla grande esperienza delle persone coinvolte. Alla base c’è la qualità delle materie
prima, le pregiatissime nocciole coltivate e selezionate da Quatòrdes, che vengono usate anche nella produzione del noto marchio Guido Gobino.

Dal noccioleto al prodotto finito – praline e il tradizionale torrone piemontese-, in un processo che, salvaguardando le caratteristiche della nocciola Piemonte, garantisce la
rintracciabilità e sottolinea l’importanza della filiera.

Per maggiori informazioni: www.ceretto.it
Ceretto Winery su www.facebook.com

Il piemontese Mario Soldati diceva che il vino è la poesia del territorio. Da oltre settant’anni la famiglia Ceretto ne compone i versi più intensi, firmando etichette uniche di
Barolo e Barbaresco, di Arneis, Spumante, Barbera e distillati da collezione. Un prodotto eccellente ambasciatore del gusto italiano nel mondo, secondo una visione ad ampio respiro dove
primaria importanza riveste la coltivazione, fedele ai tradizionali dettami, ma in costante evoluzione per quanto riguarda gli accorgimenti tecnici indirizzati a perfezionare, e non a
modificare, il frutto eccellente della generosa natura langarola.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento