Vinòforum

La kermesse, ormai alla quarta edizione, si è presentata al cospetto dei visitatori con oltre 200 aziende vinicole provenienti da tutto il territorio nazionale.
La manifestazione è un evento non solo per gli appassionati e gli intenditori, ma anche per i neofiti del mondo del vino. Le iniziative che festeggiano Bacco sono sempre vissute come
momenti di spensieratezza e gioia dai partecipanti. Quest’anno la rassegna di fine primavera è stata apprezzata anche da molti turisti, sia italiani che stranieri, che sonno intervenuti
al percorso dei sapori tracciato all’insegna delle tradizioni nostrane. Come ad esempio la simpatica degustazione guidata “vini dolci e biscotti” che Romana Mercati ha indetto per far conoscere
e valorizzare le dolci prelibatezze della Provincia di Roma o le iniziative dell’enoteca regionale laziale che offriva, tra l’altro, la possibilità di assaporare, oltre ai vini laziali,
i prodotti dei Castelli Romani tra porchetta, coppiette e salamini.

Colpisce la presenza di molti giovani che dimostrano interesse per il vino quale prodotto di qualità, ma soprattutto sembrano incuriositi dai legami che il vino allaccia con la
gastronomia.

La location di quest’anno, molto più consona rispetto alla precedente edizione, incorniciava la manifestazione tra degustazioni, curiosità, artigianato e spettacolo, ma anche
mini-corsi di degustazione gratuiti per tutti i partecipanti all’evento, corsi di cucina e cene a tema con abbinamenti cibo-vino diretti dai maggiori chef italiani.
Un fitto calendario di laboratori sensoriali ha accompagnato i visitatori in un viaggio dei sensi tra degustazioni di birra, mozzarella di bufala e inconsueti abbinamenti come pizza e barolo.

Alice Lupi

www.asa-press.com

Related Posts
Leave a reply