Vivi la Campagna: un tour operator virtuale per le strutture della Lucchesia

Lucca – Un tuor operator virtuale per le «lanciare» le 170 strutture agrituristiche della Provincia di Lucca nel mondo, stop (o quasi)
alle prenotazioni farraginose via telefono, ora la vacanza o il week-end si potrà prenotare con soli 4 click da qualsiasi pc della terra attraverso un nuovissimo portale
dedicato firmato da Coldiretti e Terranostra, l’associazione degli agriturismi interna all’associazione.

Obiettivo dichiarato di questo nuovo strumento è intercettare, sfruttando le potenzialità infinite del web e del motore numero uno a livello mondiale (google), turisti italiani e
stranieri che potranno scegliere e prenotare online grazie ad un sistema i gestione centralizzato che in tempo reale darà, al visitatore, la situazione dei posti letto e la
disponibilità, oltre a tutte le informazioni (compreso modalità di pagamento) del caso, compreso una mini-sito della struttura con foto e contatti.

Con Vivi la Campagna, questo il nome del nuovo portale che verrà presentato agli operatori della lucchesia in due appuntamenti – martedì 8 aprile alle ore 15
presso la sede Coldiretti di Castelnuovo Garfagnana via Vallisneri 18/A e giovedì 10 alle ore 15 presso la sede Provinciale di via delle Tagliate, 370 – Coldiretti e Terranostra
garantiranno una visibilità sul web che fino ad oggi non hanno mai avuto. Il nuovo sistema infatti, permetterà alle strutture agrituristiche di aumentare notevolmente la presenza
su internet attraverso una rete di siti collegati guidando implicitamente il potenziale turista verso la scelta di un agriturismo della Toscana piuttosto che di altra regione.

«Lo scopo di questa iniziativa – ha spiegato il direttore di Coldiretti Lucca, Raffaello Betti – è aiutare le imprese a vendere i loro prodotti. In questa fase,
infatti, la promozione, che è la mission dell’associazione Terranostra, non basta per fare incontrare domanda e offerta. Le leggi di mercato impongono di avere mezzi efficaci e
veloci per proporre, e vendere, un prodotto come va intesa la vacanza in agriturismo, che, complice il moltiplicarsi dell’offerta e la battuta di arresto in cui si dibatte da tempo la domanda,
diventa sempre più difficile da collocare sul mercato. Ci proponiamo, con questo mezzo, di riuscire ad incrementare i flussi dei turisti diretti in fattoria, soprattutto nella bassa
stagione; di massimizzare il profitto; di facilitare il processo di ospitalità, riducendo al minimo i contatti tra turista e proprietario nella fase di prenotazione». Non solo
vacanze ma anche i prodotti venduti internamente, attraverso la formula della «vendita diretta» troveranno una più facile collocazione e visibilità sulla piazza
web.

In totale sono 1550 i posti letto totali (279 in camere e 1271 in unità abitative), di queste ben 39 offrono ristorazione e 45 attività ricreative e culturali sempre più
variegate andando dai corsi di cucina alle passeggiate a cavallo. 100 strutture sono localizzate in area montana (Alta Versilia e Media Valle del Serchio) e ben 70 in Garfagnana. In Toscana
sono oltre 3.800 strutture autorizzate per un totale di 46 mila posti letto. Numeri importanti per una provincia che nel ’97 contava solo 42 agriturismo e che è stata capace, solo in
Garfagnana (dati su presenze extra alberghiere del centro coordinamento turismo rurale) di ottenere una crescita costante delle presenze, soprattutto straniere (olandesi e tedeschi i più
affezionati) facendo segnare cifre sempre positive. Ma dentro l’apparente crescita c’è la tendenza, sempre più marcata, di preferire, a causa della crisi che colpisce le famiglie
dovuta ai rincari, vacanze brevi, mordi e fuggi, al periodo medio-lungo. «Con questo nuovo strumento – sottolinea Francesca Buonagurelli, Presidente Provinciale
Terranostra – vogliamo dare un impulso ai periodi di bassa stagione grazie anche alla possibilità di offrire pacchetti a prezzi convenienti in quei momenti dell’anno tradizionalmente con
pochi turisti. La sfida per gli agriturismi un tempo si giocava sul passa parola, ed in parte è vero anche oggi, ma per catturare nuovi clienti c”è bisogno di essere presenti la
dove conta: il web è il nuovo tour operator e noi vogliamo essere all’avanguardia».

Related Posts
Leave a reply