Storia del Pane di Altamura: la nuova opera di Giovanni Mercadante è pronta per essere “infornata”

Storia del Pane di Altamura: la nuova opera di Giovanni Mercadante è pronta per essere “infornata”
Giovanni Mercadante con il presentatore Renato Borrelli

Giovanni Mercadante con il presentatore Renato Borrelli

A breve la pubblicazione verrà sfornata e sarà servita calda calda nelle librerie, e poi andrà anche all’Expo.

 

Altamura, 12 gennaio 2015

Vincitore del concorso letterario “Città di Castello” ed. 2014

IL PANE DI ALTAMURA PRESTO IN UNA PUBBLICAZIONE STORICA DEL GIORNALISTA E SCRITTORE  GIOVANNI MERCADANTE

Non più una pubblicistica spicciola per diffondere la bontà e la fragranza del famoso pane di Altamura, ma una pubblicazione corposa che attirerà l’attenzione di un pubblico sempre più vasto, nonché di studiosi e appassionati che vorranno approfondire questo alimento più buono del mondo.

Giusia, A. Vella, Appiano, Quasimodo, Lombardi, Pacifico

Giusia, A. Vella, Appiano, Quasimodo, Lombardi, Pacifico

Il giornalista e scrittore, memoria storica locale per aver pubblicato già numerosi libri  sull’antica e nobile città pugliese, ha già pronto per la stampa quest’ultimo lavoro.
L’autore, che ha partecipato al concorso letterario con un suo saggio,  è stato premiato il 25 ottobre 2014  da una giuria di altissimo livello che lo ha impalmato con il premio “Città di Castello”.
Il concorso letterario è stato promosso dall’Associazione culturale “Tracciati virtuali”.

La cerimonia si è svolta nel “Salone degli Specchi” del capoluogo tifernate, dove ha sede anche il Circolo Tifernate “Accademia degli illuminati”. L’opera di Mercadante si è confrontata con scrittori provenienti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero (Francia, Inghilterra, Germania e Spagna).

Giuseppe Barile con G. Mercadante, la moglie Liliana e la consorte di Barile

Giuseppe Barile con G. Mercadante, la moglie Liliana e la consorte di Barile

La Giuria dell’VIII edizione 2014 è stata presieduta dal critico letterario, regista e attore teatrale Alessandro Quasimodo, dallo scrittore di romanzi storici Valerio Massimo Manfredi, dal critico d’arte e segretario generale della Società Dante Alighieri Alessandro Masi, dall’Ambasciatore d’Italia Claudio Pacifico,  dalla giornalista, scrittrice e reporter Antonella Appiano, dal docente di Storia contemporanea all’Università per stranieri di Perugia Alberto Stramaccioni e dalla giornalista Daniela Lombardi.

 

A far da cornice esponenti istituzionali del territorio e il Rettore dell’Università di Perugia, prof. Giovanni Paciullo.

Tra gli ospiti il già Presidente del Consorzio Panificatori di Altamura, Cav. Giuseppe Barile, che si è complimentato con l’autore per aver storicizzato “un prodotto alimentare antico quanto l’uomo” e, nello stesso tempo, gratificato il Consorzio e l’intera filiera che da decenni  si adoperano alla sua  diffusione e  valorizzazione.

Sala degli specchi

Sala degli specchi

Nel lavoro di  Mercadante sono presenti tutti gli attori del settore: panificatori, molini, costruttori di molini, forni tradizionali a legna e non, con una nota esplicativa sul disciplinare della certificazione D.O.P. evidenziando i personaggi che si attivarono alla stesura di detto progetto.

Un’opera organica che darà lustro ai fornai, categoria umile e bistrattata nella scala gerarchica sociale, su cui si illumineranno i riflettori della comunità locale e della penisola. L’autore fa appello al GAL-Terre di Murgia, affinché il lavoro di stampa possa trovare il sostegno, visto il suo impegno nella promozione del territorio e di tutte le eccellenze che lo costellano.
Giovanni Mercadante comunque ha colto l’occasione per ampliare la sua sfera d’azione, coinvolgendo l’intera filiera dell’arte bianca in cui saranno presenti interessanti profili di artigiani che operano in altre branche: la pastificazione e la pasticceria che utilizzano per i loro prodotti la semola rimacinata di grano duro, filo conduttore del suo lavoro. Non mancano novità, perché tra le pieghe delle sue ricerche sono venute fuori aziende che non esistono più e che hanno contribuito alla crescita economica e sociale del territorio murgiano.
E’ prevista la presentazione anche in occasione dell’EXPO 2015 a Milano.

 

Redazione Newsfood.com

(panedialtamura.net)

Il Pane di Altamura è ufficialmente DOP
 
Il pane di Altamura e’ ufficialmente il primo prodotto in Europa a fregiarsi del marchio DOP nella categoria merceologica ”Panetteria e prodotti da forno”.
Denominazione d'Origine Protetta (DOP)La denominazione di origine protetta e’ stata definitivamente riconosciuta con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 181 del 19 luglio 2003. L’eurodeputato Enzo Lavarra ha consegnato al sindaco Rachele Popolizio ed al presidente del Consorzio dei panificatori Giuseppe Barile le copie della Gazzetta ufficiale nelle 11 lingue dell’Unione europea.
 
Related Posts
Leave a reply