Bioimis day: 354 chilogrammi persi e testimoniati dai clienti che hanno deciso di raccontarsi

Bioimis day: 354 chilogrammi persi e testimoniati dai clienti che hanno deciso di raccontarsi

Il 10 e l’11 settembre a Pomezia (RM), si è svolto il Bioimis day, meeting aziendale organizzato dall’Accademia Alimentare Bioimis per riunire tutte le persone che hanno abbracciato la filosofia alimentare e con lo scopo di condividere i grandi risultati e successi ottenuti proprio grazie a questa scelta.

Durante l’intero week end tutti i presenti hanno potuto partecipare a interessanti incontri dedicati agli approfondimenti scientifici sulle diverse tematiche alimentari, assistere alle testimonianze degli ex ciccioni e confrontarsi con esperti del settore. Tra gli appuntamenti anche l’incontro con il testimonial Luca Toni e Don Antonio Mazzi.

<<La mia alimentazione – interviene Luca Toni non è cambiata moalimentazonelto negli ultimi anni, ho solo integrato prodotti naturali e genuini e grazie ai consigli di Bioimis ho imparato a riconoscere quali cibi mi fanno stare bene e quali no. La giusta alimentazione permette al fisico di reagire sempre al meglio. Per chi smette di fare attività fisica come me, è importante seguire il giusto percorso per non perdere la forma fisica>>.

Il Presidente Roberto Zorzo, fondatore dell’Accademia, ha illustrato in anteprima l’innovativa piattaforma web, online dalle ore 15 di sabato 10 settembre, collegata all’App Bioimis, creata da uno staff di circa quaranta esperti del settore. Bioimis è la prima accademia alimentare che, oltre ad offrire un programma per il dimagrimento grazie alla presenza di personal trainer alimentari, integra nel pacchetto la speciale applicazione per smartphone e tablet per Android e IOS, grazie alla quale ogni cliente potrà seguire il proprio programma direttamente con un clic e avere a portata di mano tutte le informazioni utili che lo aiuteranno a mantenersi in forma.

<<La piattaforma – dice il Presidente Zorzo – permette allo staff Bioimis, di creare il profilo del cliente inserendo tutti i suoi dati, stabilire il peso ideale, le patologie e i filtri delle intolleranze alimentari. Il cliente potrà sempre consultare in tempo reale tutti gli aggiornamenti. È presente un ricettario molto invitante con indicazioni su come cucinare cibi gustosi e salutari, per aiutare tutti i clienti in cucina. Inoltre è stata realizzata l’applicazione collegata alla piattaforma che rende più facile e veloce la consultazione>>.

Sono 354 i chilogrammi persi e testimoniati dai clienti che hanno deciso di raccontarsi durante il Bioimis Day. Nicola, quindici anni in un mese 9 kg persi, Carlo Cartier ha iniziato il programma il 10 maggio 2016, a oggi ha già perso 20 kg, Antonella Lanzillotti ha iniziato a marzo 2016, persi 25 kg, Antonio Zecchinato, 66 anni pesava 166,5 kg a fine programma ha perso 42 kg, Angelica Pipino pesava 112 kg e ha perso 33kg. Tra di loro ci sono storie di persone che nella vita avevano provato a perdere peso in molti modi, ma senza risultato come ad esempio Margherita Paolillo che pesava 93 kg, il 5 maggio ha iniziato il percorso con Bioimis e ha già perso 28 kg e Gabriele Trincas che segnava 200 kg sulla bilancia, dal 10/11/15 a oggi ha perso 65 kg, Gabriele Orrù che ha perso 107 kg e mantiene da diversi anni i risultati ottenuti, infine Elisa Birollo, quarantasei anni, per metà della sua vita ha vissuto in sovrappeso e in cinque mesi grazie a Bioimis ha perso 25 kg.

I ragazzi del CUS Padova Basket in carrozzina

I ragazzi del CUS Padova Basket in carrozzina

Tra gli ospiti è intervenuto Don Antonio Mazzi, che con la sua Fondazione Centri Giovanili lotta per prevenire il disagio giovanile. Durante il suo discorso ha raccontato cosa si impegna a fare per i giovani e come andrebbero combattute certe realtà. Sul palco anche i ragazzi del CUS Padova Basket in carrozzina, squadra sostenuta da Bioimis da due anni. Infine, l’intervento di Jacopo Guedado Mele, che ha raccontato il suo approccio come consulente strategico web e digital di Bioimis, lo sviluppo delle idee e di un piano che ha fortemente condizionato positivamente l’impatto aziendale con il mondo web.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento