Come fare l'”Amuchina” in casa con la ricetta dell’Oms – disinfettante fai da te

Come fare l

In farmacia non si trova più l’Amuchina: finita, esaurita a causa di questa pandemia da CoronaVirus. Che sia un pericolo vero, è ormai certo, anche se la psicosi sta contagiando tutti e a tutti i livelli. Anche grazie a molta confusione che si è fatta tra taluni “esperti” e  che evidentemente hanno male orientato anche il Ministero della Sanità e altri organi dello Stato.

Vi spieghiamo in modo semplice come farsi in casa il disinfettante per lavarsi le mani, secondo la ricetta dell’Organizzazione Mondiale Sanità – OMS

Doveroso segnalare che l’Istituto Superiore di Sanità in Italia sconsiglia i disinfettanti fai da te … ma questo che proponiamo è una “ricetta” sicura, pubblicata sul sito ufficiale dell’OMS.

“Amuchina” fatta in casa: la ricetta dell’Oms
segnalata dal Prof. Burioni

Ingredienti

  • Alcol etilico per fare i liquori, ma va bene pure quello denaturato (in drogheria o al supermercato)
  • Glicerina (in farmacia o anche nei negozi di enologia)
  • Acqua ossigenata al 3% (o 10 volumi), in farmacia o parafarmacia
  • Acqua distillata o acqua minerale fatta bollire e lasciata raffreddare

Con questi semplici ingredienti – secondo quanto pubblicato sul sito dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si può preparare un disinfettante per le mani “fai da te”. Il procedimento per preparare 1 litro di disinfettante a poco prezzo è molto molto semplice, senza essere costretti a farsi “succhiare il sangue” dagli speculatori che stanno alzando i prezzi in modo assurdo. Non è un prodotto specifico per difendersi solo dal Coronavirus ma è utilizzabile anche per una corretta igiene delle mani per tutte le occasioni.

Il procedimento indicato dall’OMS è per 10 litri di disinfettante, ma qui riportiamo l’equivalente per un solo litro.

In un recipiente capace e ben pulito (di plastica o vetro) versare:
– 830 ml di alcol etilico al 96%,
– 42 millilitri di acqua ossigenata al 3% (usare una siringa)
– 15 millilitri di glicerolo al 98% (usare una siringa)

Aggiungere l’acqua (distillata o bollita e raffreddata) fino a raggiungere  1 litro totale. Mescolare la soluzione con attrezzi di plastica, metallo o legno.
Una versione alternativa prevede l’utilizzo di alcol isopropilico al posto di quello etilico.

Travasare il tutto in bottigliette (vanne bene quelle dell’acqua minerale da 50 cc, meglio se si hanno flaconcini più piccoli) e lasciarle in quarantena per 72 ore (tre giorni) prima dell’uso –
Queste indicazioni sono ben spiegate nel documento dell’OMS, che raccomanda di etichettare chiaramente le bottiglie (per evitare che possano essere bevute per errore — attenzione ai bambini) e di tenere il disinfettante e gli ingredienti lontano da fonti di calore .
Questo procedimento permette di distruggere ogni spora presente nella soluzione alcolica o nelle bottiglie.

Redazione Newsfood.com

Vedi anche altri articoli su Amuchina e igiene:

 

Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento