Compiono 100 anni le praline di cioccolato

Compiono 100 anni le praline di cioccolato

100 anni di golosità, elegante rielaborazione del cioccolato. La praline compie 100 anni, durante i quali dal natio Belgio si è diffusa in tutto il mondo.

Il dolce ha una data di nascita, con un anticipazione.

Nel 1857 Jean Neuhaus, farmacista di Bruxelles, ha il problema di come rendere gradevoli i farmaci più amari. Ad ispirarlo, l’opera dei cuoco del Maresciallo di Plessis-Praslin, nobile
francese del ‘700 ed uno dei primi baroni europei dello zucchero. Alle prese con dolci di nocciola, il cuoco contrastò il loro sapore aspro con una copertura di zucchero caramellato.

La procedura ebbe successo, ed i manuali di gastronomia accolgono il termine pralin per indicare la polvere ottenuta dalle nocciole ricoperte di zucchero.

Il farmacista copia l’idea, una copertura dolce su un nucleo aspro, ma la modernizza, utilizzando polvere di cacao, ormai comune anche nel Vecchio Mondo.

Tale idea viene concretizzata al massimo dal nipote, Jean Neuhaus Jr.: nel 1912, lancia la prima praline. In onore al lavoro del farmacista, il nuovo dolce ha una crosta di cioccolato
Ricordando l’antico apripista, hanno un cuore fatto di nocciola. E’ l’inizio di una storia di successo, con il nuovo prodotto che, oltre al nome praline, viene chiamata bonbon di cioccolato o
cioccolatino belga.

Oggi, le praline mantengono lo schema del fondatore: un esterno di cioccolato con un cuore più morbido. Per questo, oltre alle nocciole vengono usate liquori, marzapane, o anche diversi
tipi di cioccolato.

Inoltre, grazie al loro aspetto elegante, le praline sono molto apprezzate come articolo regalo, specie se inserite nelle apposite confezioni.

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply