Filiera dei prodotti della Murgia: grano duro e lenticchia di Altamura

Filiera dei prodotti della Murgia: grano duro e  lenticchia di Altamura

Altamura, 9.4.2019
I prodotti della Murgia attraverso la filiera del grano duro e della lenticchia di Altamura IGP tra tradizione e innovazione

Giovanni Mercadante


Dott. Nicola Panaro
Dirigente A.M.C./Associazione Meridionale Cerealisti

L’A.M.C./Associazione Meridionale Cerealisti di Altamura, indicata anche come “Borsa Merci”, sta aprendo nuove frontiere in una visione più globale di quello che è il suo ruolo quale punto di riferimento per agricoltori, stoccatori, broker e molini nell’ambito della commercializzazione dei cereali e legumi.

La spinta dinamica proviene da un dirigente che opera all’interno dell’A.M.C.
Parliamo del dott. Nicola Panaro, broker internazionale della Pantrade, con formazione di alto livello ed esperienze maturate in America e in Europa, dove ha allacciato importanti amicizie che stanno tornando utili al nostro territorio.

Infatti, già a novembre e dicembre 2018 si sono svolti due convegni a cui hanno partecipato cerealisti americani e canadesi, e ancora a marzo scorso un altro tenuto con i cerealisti francesi.
Un confronto che Nicola Panaro ritiene necessario per migliorare le nostre colture.

In questo scenario l’A.M.C. ha ritenuto opportuno, insieme al Lyons Club “Murgia Parco Nazionale”, di organizzare un convegno significativo sulla “Filiera dei prodotti della Murgia” invitando il Consorzio della lenticchia IGP di Altamura, visto che la sede è nello stesso edificio storico (cortile ex Monastero del Soccorso, Porta Matera), per studiare le opportunità offerte dal mercato mettendo in campo le due forze.

 


Prof. Gerardo Centoducati
Direttore Consorzio Lenticchia di Altamura IGP

 

Del resto, per fare un esempio, i due organismi sembrano di essere a bordo di un veliero d’alto bordo, dove l’equipaggio è lo stesso ma con mansioni diverse. Ed è il caso appunto dell’A.M.C. e del Consorzio della lenticchia IGP.

Dopo appena due anni dalla sua costituzione, nato dapprima come Associazione, il Consorzio della lenticchia di Altamura IGP ha avuto una forte accelerazione in termini di visibilità e di affermazione sul territorio nazionale con la registrazione del marchio IGP/Indicazione Geografica Protetta. Dai circa 50 soci agricoltori iniziali, oggi sono diventati oltre 200 che operano in 19 Comuni tra Puglia e Basilicata.

L’obiettivo del prof. Gerardo Centoducati, direttore del Consorzio di tutela e valorizzazione della Lenticchia di Altamura IGP, nonché docente presso l’Università degli Studi di Bari, è di riportare questo prodotto tipico della Murgia alla massima diffusione nella dieta mediterranea, visto che la seconda metà del ‘900 non è stato un periodo brillante per tutte le tipicità per ovvie ragioni di stile di vita. Oggi c’è un revival. Un ritorno al passato, alla riscoperta delle cose genuine.

Al convegno indetto per venerdì 12 aprile 2019, nella sala Tommaso Fiore presso il GAL, sono previste relazioni da parte:
-del prof. Gerardo Centoducati sul tema “I marchi di qualità, il caso della lenticchia di Altamura IGP ed il controllo di mercato nazionale”;
-del prof. Rocco Roma dell’Università degli Studi di Bari “Sul marketing di filiera, dalla tradizione all’innovazione”;
-del dott. Cesareo Troia Presidente del Parco dell’Alta Murgia sul tema “Il grano, l’oro del Parco”.

Sono previsti interventi: del dott. Nicola Panaro delegato dell’AMC per il Distretto del Grano Duro; della sindaca di Altamura Rosa Melodia; del dott. Onofrio Vicenti, presidente GAL Terre di Murgia; e del dott. Angelo Frisardi, Presidente Lyons Club Speciality Murgia Parco Nazionale, la cui finalità di quest’ultimo ente, sorto da appena un anno, è di sostenere ogni iniziativa che riguarda la matrice del sodalizio, in modo da fortificare il settore agro-alimentare dell’Alta Murgia.
Moderatore: il giornalista dott. Vincenzo Rutigliano.

 

About
Lenticchia di Altamura IGP

Valori nutrizionali medi

per 100g di prodotto

25% Proteine

8% Fibre
2% Grassi
6% Ferro

Ricche di fibre, sali minerali, vitamine e povere di grassi, le lenticchie sono considerate, fin dai tempi antichi, la carne dei poveri. L’elevato contenuto di fibra le rende molto importanti e utili per il funzionamento dell’apparato intestinale e per tenere sotto controllo il livello del colesterolo.

Sono molto indicate nella prevenzione dell’arteriosclerosi poiché i pochi grassi in esse contenute sono di tipo insaturo. Ma non è tutto: le lenticchie contengono anche isoflavoni, sostanze che “puliscono” l’organismo. Gli esperti consigliano di consumarle soprattutto in virtù delle loro proprietà antiossidanti che agiscono positivamente sugli inquinanti a cui tutti siamo soggetti.

Le lenticchie sono anche molto ricche di tiamina, utile per migliorare i processi di memorizzazione, mentre il contenuto consistente di vitamina PP funge da potente equilibratore del sistema nervoso, con azione antidepressiva e antipsicotica. Infine, sono molto indicate per tutti coloro che necessitano di ferro.

Giovanni Mercadante
Newsfood.com

=============================================

giovanni-mercadante-giornalista

Giovanni Mercadante
Corrispondente da Altamura per Newsfood.com
Altamura, capitale dell’Alta Murgia Barese

 

 

 

==========================================

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento